Giorgio Marchesi

0
68

Chi è

  • Nome: Giorgio Marchesi
  • Età: 46 anni
  • Data di nascita: 23 febbraio 1974
  • Professione: attore
  • Luogo di nascita: Bergamo
  • Segno zodiacale: pesci
  • Profilo Instagram ufficiale: @giorgiomarchesiofficial

Biografia

Poi è iniziato un vero e proprio declino. “Ho iniziato Scienze politiche”, ha raccontato in una recente intervista “ma in due anni non ho dato esami e sono partito per il militare. Al ritorno mi sono iscritto a Giurisprudenza e ho dato il mio unico esame, Economia politica, passato con il 19. Ho fatto una fotocopia del libretto pensando che un giorno lo avrei mostrato con orgoglio ai miei figli. Invece oggi ovviamente tacerò e inventerò qualche drammatico evento che mi ha costretto a lasciare gli studi per andare a Londra a fare il cameriere. Quei sette mesi all’estero, però, mi sono serviti per capire che la mia strada era la recitazione”.

Si forma come attore al Bel Teatro di Padova e al Teatro Verdi, sempre a di Padova. Qui inizia a recitare, ma decide ben presto di fondare il Teatro Sghembo nella sua città natale, così da poter produrre i suoi stessi spettacoli. Lavora anche per alcune campagne pubblicitarie e continua a formarsi come attore. Nel 2003, la svolta. Si trasferisce infatti a Roma dove la sua carriera decolla. Qui riesce a portare avanti una carriera come attore teatrale, ma anche come attore per la televisione e per il cinema. Sono molti altri i corsi inoltre che segue, perché un attore, Giorgio Marchesi ne è da sempre convinto, può diventare eccellente solo con lo studio.

https://www.instagram.com/p/B16IjEolM55/

Lavoro e carriera

La carriera di Giorgio Marchesi è davvero molto prolifica.

Ecco tutti i film e i cortometraggi in cui ha avuto modo di recitare per il cinema:

  • “Amore imperfetto”, regia di Alessandro Stevanon (2003)
  • “Ecuba”, regia di Irene Papas (2004)
  • “Il viaggio perfetto”, regia di Alessandro Baracco (2004)
  • “La spettatrice”, regia di Paolo Franchi (2004)
  • “Lassù i rumori del mondo non arrivano”, regia di Alessandro Stevanon (2004)
  • “La tempesta”, regia di Marcello Vai (2006)
  • “Los Borgia”, regia di Antonio Hernández (2006)
  • “Mission: Impossible III”, regia di J. J. Abrams (2006)
  • “Mine vaganti”, regia di Ferzan Özpetek (2010)
  • “Mercurio”, regia di Domenico Ciolfi (2010)
  • “Magnifica presenza”, regia di Ferzan Özpetek (2012)
  • “ACAB – All Cops Are Bastards”, regia di Stefano Sollima (2012)
  • “Romanzo di una strage”, regia di Marco Tullio Giordana (2012)
  • “Un bacio”, regia di Ivan Cotroneo (2016)
  • “The Master Bridge (La Plancia)”, regia di Leopoldo Caggiano(2019)

Ecco invece tutti i lavori che ha avuto modo di fare per la televisione:

  • “Una vita in regalo”, regia di Tiziana Aristarco (2003)
  • “Un posto tranquillo 2”, regia di Claudio Norza (2005)
  • “L’ultimo rigore 2”, regia di Sergio Martino (2006)
  • “La figlia di Elisa – Ritorno a Rivombrosa”, regia di Stefano Alleva (2007)
  • “Il bene e il male”, regia di Giorgio Serafini (2009)
  • “Intelligence – Servizi & segreti”, regia di Alexis Sweet (2009)
  • “Un medico in famiglia”, regia di Elisabetta Marchetti e Francesco Vicario (2011-2016)
  • “I liceali 3”, regia di Francesco Miccichè (2011)
  • “Notte prima degli esami ’82”, regia di Elisabetta Marchetti (2011)
  • “Il restauratore”, regia di Giorgio Capitani (2012)
  • “Una grande famiglia”, regia di Riccardo Milani e Riccardo Donna (2012-2015)
  • “L’una e l’altra”, regia di Gianfranco Albano (2012)
  • “Purché finisca bene – Un marito di troppo”, regia di Luca Ribuoli (2014)
  • “La strada dritta”, regia di Carmine Elia (2014)
  • “Tango per la libertà”, regia di Alberto Negrin (2016)
  • “Braccialetti rossi 3”, regia di Giacomo Campiotti (2016)
  • “Sorelle,” regia di Cinzia TH Torrini (2017)
  • “Solo per amore”, regia di Raffaele Mertes e Daniele Falleri (2017)
  • “Liberi sognatori – Una donna contro tutti”, regia di Fabio Mollo (2018)
  • “L’allieva 2”, regia di Fabrizio Costa (2018)
  • “La stagione della caccia – C’era una volta Vigata”, regia di Roan Johnson (2019)
  • “L’Aquila – Grandi speranze”, regia di Marco Risi (2019)
  • “Oltre la soglia”, regia di Monica Vullo e Riccardo Mosca (2019)
  • I” Medici – Nel nome della famiglia (Medici: The Magnificent)” (2019)

Per quanto riguarda invece i lavori teatrali:

  • “La macchina infernale”, regia di Roberto Innocente (1998)
  • “La passione di Giovanni”, regia di Giancarlo Zanetti (1999)
  • “Il reduce”, regia di Roberto Innocente (2000)
  • “Tecniche d’amore”, regia di Carla Stella (2001)
  • “Catarina dei pupazzi”, regia di Gigi Palla (2002)
  • “Nel mondo della Luna”, regia di Franco Mescolini (2002)
  • “Macbeth”, regia di Romano Talevi (2004)
  • “Arlecchino al ballo di Sfessiana”, regia di Gigi Palla (2004)
  • “Le relazioni pericolose”, regia di Antonio Salines (2004)
  • “Anticamera”, regia di Francesco Staach (2005)
  • “Due ali per Natale”, regia di Gigi Palla (2005)
  • “La musica del vampiro”, regia di Antonio Salines (2005)
  • “Secondo movimento”, regia di Franco Mescolini (2006)
  • “Profumo”, regia di Francesco Giuffrè (2006)
  • “Guantanamour”, regia di Sebastiano Bianco (2006)
  • “Don Giovanni, il dissoluto punito”, regia di Antonio Salines (2006)
  • “Capitan Fracassa”, regia di Gigi Palla (2008)
  • “Sherlock Holmes e la tomba egizia”, regia di Riccardo Barbera (2008)
  • “Othellow”, regia di Francesco Giuffrè (2008)
  • “Il club delle piccole morti”, regia di Tommaso Capolicchio e Christian Angeli (2009)
  • “Trilogia Horovitz”, regia di Luke Leonard, Hyunjung Lee e Andrea Paciotto (2009)
  • “Mojo”, regia di Pietro Bontempo (2009)
  • “Un luogo dove non sono mai stato”, regia di Luca De Bei (2009)
  • “Suite Horovitz”, regia di Andrea Paciotto (2010)
  • “La festa”, regia di Georgia Lepore (2011)
  • “Le sponde dell’utopia”, regia di Marco Tullio Giordana (2012)
  • “David”, regia di Paolo Civati (2016)
  • “Le notti bianche”, regia di Francesco Giuffrè (2018)
  • “7 anni”, regia di Francesco Frangipane (2018)
  • “LEONARDO… L’Uomo Nuovo”, regia di Alessandra Pizzi (2019)
  • “Mine vaganti”, regia di Ferzan Özpetek (2020)

Dal 2011 in poi Giorgio Marchesi ha anche lavorato come conduttore TV, per Alice TV e DeASapere in modo particolare. Ha dato voce ad alcuni audiolibri e ottenuto importanti riconoscimenti.

Vita privata

Mentre è intento a preparare lo spettacolo teatrale “Le relazioni pericolose”, Giorgio Marchesi incontra Simonetta Solder, anche lei attrice. I due si innamorano immediatamente, un vero e proprio colpo di fulmine. Dopo poco tempo decidono di andare a convivere e dal loro amore nascono anche due bambini. Il primogenito si chiama Giacomo mentre il loro secondo figlio invece si chiama Pietro Leone. La loro è una coppia solida e affiatata e sembra che con il passare degli anni i due attori siano sempre più innamorati e felici.

https://www.instagram.com/p/B-kPpwhlOW1/

Curiosità

  • È tifosissimo dell’Atalanta.
  • In occasione della morte di Ezio Bosso ha scritto: “Ci sono grandissimi artisti… e poi ci sono persone eccezionali, che toccano corde più profonde. Non conosco bene la sua musica o il suo lavoro ma basta ascoltarlo un minuto per riconoscerne la sensibilità e la sincerità. Assolute… Merce rara in questo mondo. Grazie per la lezione“.
  • Giorgio Marchesi è un grande appassionato anche di musica.
https://www.instagram.com/p/CEeOXbalevc/

Video e voci correlate