Walter Petrone (Wallie)

0
182
https://www.instagram.com/p/CHTIsWEFPiX/

Chi è

  • Nome: Walter Petrone
  • Età: 25 anni
  • Data di nascita: 6 Aprile 1995
  • Professione: Fumettista
  • Luogo di nascita: Acerra
  • Altezza: 1.75
  • Segno zodiacale: Ariete
  • Profilo Instagram ufficiale: @wallie_illustrator

Biografia

Wallie, nome d’arte di Walter Petrone, è un fumettista italiano. Nato ad Acerra (NA), Walter è cresciuto a San Felice a Cancello, in provincia di Caserta. La sua famiglia è composta da altri tre elementi: papà Raffaele, la mamma Giuseppina e il fratello minore Luca. Sin da bambino appassionato di disegno e fumetti, Walter si diploma al Liceo Scientifico prima di iscriversi all’Accademia di Belle Arti di Napoli, dove si è laureato nel 2018 in Grafica d’arte per l’illustrazione. Da lì ha proseguito a studiare Linguaggio del fumetto, stavolta a Bologna, città dove tutt’ora risiede.

https://www.instagram.com/p/BpztecSnyxX/?igshid=1ri9yxy0geqaf

Lavoro e Carriera

Wallie inizia il suo percorso una volta ottenuto il diploma, grazie alle prime collaborazioni locali e alle frequentazioni artistiche nella scena napoletana durante gli anni universitari. Nel 2017 si aggiudica il concorso indetto dall’Accademia di Belle Arti in sinergia con il comune di Nola per la realizzazione del manifesto grafico della annuale Festa dei Gigli, manifestazione popolare dichiarata Patrimonio culturale e immateriale dell’umanità dall’UNESCO.

Parallelamente ai suoi studi e alle sue prime esperienze lavorative, Wallie coltiva molto il suo profilo instagram che raggiunge sin dai primi anni una certa popolarità, con le sue vignette che sotto forma di post fanno breccia nel cuore di migliaia di persone. Ad oggi, Wallie conta circa 140mila followers. Dopo la laurea arriva la prima pubblicazione: si tratta della graphic novel Solo un altro giorno, edita da ManFont, a cui seguirà la raccolta di vignette Alga Wakame nell’autunno del 2019. Grazie a questi primi lavori Wallie si è imposto nella scena fumettistica italiana come uno degli artisti più apprezzati e seguiti, partecipando a numerosi eventi e fiere di settore nel corso degli anni.

Terminata l’esperienza con ManFont, Walter passa alla Feltrinelli Editore, con la quale pubblica il suo secondo romanzo grafico dal titolo Croce sul Cuore nei primi mesi del 2020. Arrivata quest’altra consacrazione, Walter passa i mesi del primo lockdown lavorando ad un nuovo titolo: ha infatti curato l’aspetto grafico di Un sogno chiamato Giffoni, romanzo scritto ed ideato da Tito Faraci, autore molto noto in particolar modo nel panorama fumettistico italiano. Quest’ultimo lavoro gli consente di partecipare al Giffoni film Festival nell’estate del 2020.

Wallie intrattiene quotidianamente i suoi seguaci nelle sue storie instagram attraverso gag e format divertenti, all’interno dei quali interagisce con i suoi fan raccogliendone le considerazioni e rispondendo alle loro domande, oltre ad organizzare dirette social in cui spesso realizza disegni esaudendo le richieste dei suoi spettatori. La sua ultima opera è Uova di Lucertola, in uscita nella primavera del 2021 sempre per Feltrinelli, romanzo grafico nel quale Wallie ripercorre alcune tappe importanti della sua infanzia.

Vita privata

Al momento pare che Walter Petrone sia single, ma non di rado lo stesso Wallie parla delle sue esperienze personali e relazioni passate all’interno delle sue stories o delle sue vignette, così come di problematiche come l’ansia, la depressione e altri tipi di patologie della psiche che spesso rappresentano ancora un tabù all’interno della nostra società.

https://www.instagram.com/p/B89YB5Sqtnh/?igshid=e69k8jkkwpzk

Curiosità

  • Walter è molto amico di moltissimi colleghi fumettisti, in particolare di Fumettibrutti aka Yole Signorelli , con la quale i suoi follower spesso vedono il principio di una possibile relazione, per poi essere sempre puntualmente smentiti dai due.
  • Di recente ha raccontato di essere stato una delle molte “vittime del Capodanno”, essendo stato colpito da un proiettile vagante durante le celebrazioni del primo dell’anno quando era bambino, per fortuna senza riportare conseguenze.
  • Uno dei suoi cibi preferiti insieme, ovviamente, alla pizza, è il sushi.