Malata di cancro ha casa invasa dalla muffa: “Impossibile vivere così”

0
28

Una donna malata di cancro parla della sua spiacevole vicissitudine, resa ancora più complicata da ciò che è successo nella sua abitazione. La situazione è veramente insostenibile.

Malata di cancro Foto dal web
Malata di cancro Foto dal web

Malata di cancro, la sfortunata Julie Roberts vede aggiungersi un nuovo tormento a quella che una vita ormai estremamente tribolata. La donna afferma che le è impossibile restare nella casa dove vive per colpa di una infestazione di muffa.

L’abitazione è presa in affitto. Julie non riesce a riposare come dovrebbe, essendo già affaticata da un cancro che si è diffuso in tutto quanto il suo corpo. L’immobile è situato nella località di Lewisham, a sud-est di Londra. Lei ha 37 anni e a ITV News ha mostrato la sua camera da letto, invasa dalla umidità.

E purtroppo lo stato di locazione attuale non è previsto nel novero della copertura offerta da un provvedimento noto come Housing Ombudsman, sullo stato delle condizioni dell’edilizia sociale.

Ciò vuol dire che la malata di cancro è del tutto sola e che, se non dovesse ricevere l’aiuto di un buon samaritano, sarà costretta a versare in queste condizioni. Le serve urgentemente aiuto.

Malata di cancro, la sua casa è invasa dalla muffa: “Impossibile vivere così”

Alcuni sostengono che si tratti soltanto di condensa, ma lei respinge questa tesi e definisce la cosa sconvolgente. La casa appartiene ad una società, la Mears Housing, la quale sostiene di tenere a cuore le sorti della 37enne.

E proprio per questo motivo ha fatto sapere di avere predisposto dei lavori da attuare in tempi brevi. Ma c’è un’altra cliente della Mears Housing che ha avanzato le stesse rimostranze e che sostiene di lottare contro la muffa da 10 anni.

Da tutto questo tempo però le sue richieste sono rimaste inascoltate e lei si chiede perché mai siano stati dimenticati tutti coloro afflitti da questo problema. Tutta la famiglia di quest’altra persona ha dovuto dormire in soggiorno.

Finalmente è intervenuta una associazione, la Lewisham Homes, la quale ha per ora risolto il problema invitando la Mears Housing a rimuovere la muffa e ridipingere in tutte le abitazioni da lei gestite.