Bonus 2400 euro, la circolare Inps: a chi spetta, come e quando fare domanda

0
1104

Tutto pronto per il bonus da 2400 euro previsto dal decreto Sostegni. Una circolare dell’Inps spiega modalità e destinatari

E’ arrivata la circolare dell’Inps che detta le istruzioni per i destinatari del bonus una tantum di 2400 euro. Si tratta del bonus previsto per le categorie più colpite dalla terza ondata della pandemia relativa a questo inizio del nuovo anno. L’Inps ha provveduto a identificare le categorie destinatarie dell’intervento previsto dal decreto sostegni:

i lavoratori stagionali e i lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
– i lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
– i lavoratori intermittenti;
– i lavoratori autonomi occasionali;
– i lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;
– i lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
– i lavoratori dello spettacolo.

La circolare poi indica anche le tabelle con i codici Ateco per i quali può essere data l’indennità ai settori Turismo e Stabilimenti termali. Sono presenti anche indicazioni ai lavoratori dello spettacolo che non hanno già fruito delle indennità del decreto Ristori.

Bonus, come e quando fare la domanda

Chi ha già beneficiato delle indennità dello scorso decreto Ristori (decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137), non deve presentare una nuova domanda per ottenere il bonus da 2400 euro, ma sarà erogato dall’Inps con le modalità di quelle precedenti. I cittadini che non hanno invece già usufruito del bonus possono presentare domanda entro la data del 31 maggio 2021.

Leggi anche > Superlega flop e le risposte che mancano al calcio

Una comunicazione che a breve comparirà sul sito dell’Inps darà indicazioni sul servizio per la presentazione delle domande. Queste ultime dovranno, in ogni caso, essere trasmesse esclusivamente in via telematica. I canali sono a disposizione sul sito dell’Inps e anche presso i patronati.

Leggi anche > La circolare pubblicata sul portale dell’Inps

Inps