Enrico Mentana, la foto della lapide fa discutere: “E’ morta”

0
1128

Enrico Mentana ha preso evidentemente molto a cuore il caso Superlega: il suo nuovo intervento sui social fa il pieno di like e condivisioni (ma anche di critiche). 

Superlega RIP: nata il 18 aprile 2021, morta due giorni dopo. Così, con l’immagine di una lapide intestata al progetto che nelle scorse ore ha scatenato un terremoto senza precedenti nel mondo del calcio (e non solo), il noto giornalista Enrico Mentana dice la sua, senza troppe spiegazioni. Del resto, come chiosa lui, la foto è “definitiva”. Tanti i like e le condivisioni, ma ovviamente non mancano polemiche e voci di dissenso. Vedere per credere.

L’opinione di Enrico Mentana sulla vicenda Superlega

Enrico Mentana ha subito esultato sui social alla notizia del fallimento della Superlega. Il progetto, annunciato domenica sera dai 12 club fondatori (tra cui anche l’Inter, la squadra per la quale tifa il direttore), è naufragato dopo appena un paio di giorni. Dopo che le inglesi si sono sfilate compatte, sono cominciati i tentennamenti del Barcellona, quindi i comunicati di Inter, Milan e Juventus.

Leggi anche –> Superlega, come cambiano gli equilibri in serie A: il ruolo della Juventus

“La gigantesca battaglia ingaggiata il 18 dello scorso aprile ed alla quale prendevano parte tre compagini italiane, sei inglesi e tre spagnole contro il buon senso e la sportività, è finita – ha chiosato Enrico Mentana -. I resti di quello che fu uno dei più potenti eserciti del mondo risalgono in disordine e senza speranza le valli che avevano discese con orgogliosa sicurezza”.

Leggi anche –> Superlega, crolla tutto

Il direttore si era detto immediatamente contrario al progetto e nelle scorse ore ha ribadito che “anche la peggiore democrazia è meglio di un’aristocrazia”. E il fatto che al suo post abbia messo un like anche un giocatore dell’Inter, Andrea Ranocchia, vale più di mille parole.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Enrico Mentana (@enricomentana)