Partorisce e getta il bebè nella siepe: secondo il giudice è “non colpevole”

0
756

Una giovane mamma che ha partorito senza sapere di essere incinta e ha poi nascosto il neonato morto in una siepe non andrà in carcere. 

Una mamma inglese che ha partorito senza sapere di essere incinta e ha poi nascosto il neonato morto in una siepe oggi è tornata in libertà dopo che un giudice l’ha ritenuta “non colpevole”. La creatura era stata trovata per strada, avvolta in un asciugamano, a gennaio dello scorso anno. Di lì le indagini delle Polizia fino all’odierno, sorprendente epilogo della vicenda.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

La creatura nascosta in una siepe e abbandonata a se stessa

Lisa Blagden, 21enne inglese di Portsmouth, si era dichiarata colpevole di aver nascosto la morte del suo bambino, oggi è stata scagionata da ogni accusa: il giudice ha stabilito che ha già subito una punizione sufficiente. Aveva partorito in casa, in modo del tutto improvvisato, per poi svenire a seguito di una copiosa perdita di sangue. Quando si è svegliata non è stata in grado di rianimare la creatura. Presa dal panico, ha tagliato il cordone ombelicale con un paio di forbici, ha avvolto il bebè in un asciugamano e l’ha nascosto nel cespuglio più vicino.

Leggi anche –> Carlo Gilardi, chi è il 90enne trattenuto contro la sua volontà

Dopo che il bambino è stato scoperto, Blagden è stata arrestata insieme a sua madre e sua sorella, ma la sua salute mentale è peggiorata. La corte ha sentito anche la Polizia, che ha intervistato il padre del bambino, un 50enne di cui non si conoscono le generalità che “non aveva alcun interesse riguardo alla nascita e alla morte del bambino” e che il giudice ha descritto come “spregevole”.

La giovane era a casa da sola, il 27 dicembre 2019, quando ha sperimentato quelli che credeva all’epoca fossero dolori mestruali estremi. Ha fatto un bagno per alleviare il dolore, ma senza risultati. Poco dopo ha partorito, sempre in bagno. Credeva che sarebbe stata arrestata con l’accusa di omicidio, così ha tagliato il cordone ombelicale con un paio di forbici per le unghie. Il piccolo cadavere è stato trovato a una cinquantina di metri da casa sua: qualche animale deve averlo spostato dalla siepe. Quanto alla mamma, si sta riprendendo dopo aver avuto un esaurimento e continue allucinazioni: vedeva e sentiva il suo bambino ancora vivo.

Leggi anche –> Zio orco incatena e dà fuoco alla nipote: orrore a Taranto