Reazione a Catena non va in onda: ecco il motivo

0
292

La puntata di stasera 22 luglio del quiz show Reazione a Catena non va in onda: ecco il motivo, la decisione della Rai.

(screenshot video)

Oggi pomeriggio, 22 luglio 2021, su Rai1 c’è stato un cambio di programma con l’edizione speciale del TG1 che ha deciso di mandare in onda un’importante conferenza stampa. In sostanza, la puntata odierna del programma Reazione a Catena, condotta da Marco Liorni, non andrà in onda per lasciare spazio alle importantissime comunicazioni del presidente del Consiglio, Mario Draghi.

Leggi anche –> Rischio zona gialla, quali sono le regole

Infatti, intorno alle 19.00, è atteso l’intervento del premier, al termine della consueta cabina di regia. Egli, con ogni probabilità, sarà affiancato da esponenti del Comitato Tecnico Scientifico e dal ministro della Salute, Roberto Speranza. L’eventuale trio di esponenti di primo piano nella lotta al Coronavirus, che oltre che sanitaria è politica, farà delle dichiarazioni che tutti aspettano con ansia.

Leggi anche –> Bonus matrimoni, la novità

Perché oggi Reazione a Catena non va in onda?

Reazione a catena

Sembra infatti certo che verranno date oggi comunicazioni importanti sull’obbligatorietà del green pass per aver accesso anche a locali privati, come bar e ristoranti. Da quanto si è finora appreso, le nuove norme dovrebbero entrare in vigore dal prossimo 5 agosto. Non riguarderanno – sempre stando a quanto si apprende – il servizio al bancone, ma solo quello al tavolo. Di fatto, i commercianti sono tenuti a controllare se nel proprio locale i clienti siano in possesso del green pass.

In queste settimane, non è la prima volta che la trasmissione di Raiuno non va in onda per lasciare spazio ad altri speciali: è avvenuto ad esempio nel caso del corteo funebre di Raffaella Carrà, che la Rai ha deciso di mandare in onda in diretta. Qualche giorno dopo, in occasione della finale dell’Europeo, Reazione a Catena non è andato in onda né domenica 11 e neanche lunedì 12 luglio, giorno in cui gli Azzurri e Matteo Berrettini sono stati ricevuti a Palazzo Chigi.

Reazione a catena