sabato, Dicembre 10, 2022

Chantilly, non è solo una famosa crema: per la moda è molto di più

Conosci la parola chantilly? Sappi che non si tratta solo di una golosa crema pasticciera utilizzata per le torte e i dolci, ma è molto di già. Per la moda questo termine indica un tessuto preciso.

Curiosa di scoprire che cos’è lo chantilly oltre ad essere una golosa crema? Scopriamolo insieme! Da anni lo utilizziamo spesso, ma forse non lo conosciamo abbastanza

che cosa è il pizzo chantilly
Foto da Canva

Lo chantilly per noi donne golose ci fa subito venire in mente una torta buona da mangiare. Quello che dobbiamo sapere però è che non si riferisce solo al cibo, ma a qualcosa di più ovvero ha un significato specifico nel mondo della moda.

C come chantilly: la storia del pizzo amato dai francesi e non solo

In pratica lo Chantilly, che dal termine potrete immaginare che sia nato a Parigi, è un tessuto molto pregiato. Fu creato proprio nell’omonima città nella prima metà del ‘700 ed è diventato di moda un secondo dopo. Tradizionalmente lo vediamo con il colore beige e per questo prende il nome di bionde.

Come in tantissimi capi e tessuti, anche questo torna spesso di moda, ma c’è sicuramente un settore in cui è un evergreen indiscusso: quello dell’abito da sposa.

Vocabolario della moda
Foto Canva

Sulla sua origine ci sono date confuse, qualcuno dice che sia nato in Francia nel ‘700 e qualche altra font invece parla del’600. Ciò che sappiamo con certezza è che proprio a Chantilly, una cittadina della Francia situata a nord di Parigi questo tessuto venne realizzato con filo di seta. In pratica la differenza riguarda lo stile floreale che ad oggi conosciamo. Le merlettaie già tessevano nel ‘600 ma solo nel ‘700 iniziarono a farlo con quello stile.

Quest’anno ad esempio è ritornato in voga con il nero, come abbiamo visto a Sanremo quando Emma Marrone ha indossato un abito Gucci tutto di pizzo nero. Un modo molto originale per mettere in campo quello che è il pizzo. Questo venne di fatto diffuso dalla Francia in tutto il mondo e le donne cominciarono ad utilizzarlo anche per gli indumenti intimi. Inizialmente era costato, ma dopo il 1840 divenne più accessibile.

Tessuto pizzo chantilly
Foto Pinterest

Oggi lo chantilly è ancora attraente per molte donne che adorano la seta a motivi floreali. Oltre il classico bianco e il sensuale nero esimono tantissimi colori fatti con questo tessuto. Il bianco resta il più richiesto soprattutto nel settore sposa dove il pizzo chantilly è un evergreen, mentre quello colorato fa parte soprattuto dell’intimo femminile, per la maggior parte i reggiseni.

Per eccellenza questo tessuto è sinonimo di eleganza e le donne di tutti i tempi hanno imparato ad amarlo. E voi, cosa ne pensate?

Può interessarti anche