in

Totti: Ecco come mi sono ripreso dal coronavirus

Totti ha finalmente fatto tirare un sospiro di sollievo ai suoi fan dopo il brutto periodo di positività al covid, che adesso è un ricordo

“La diagnosi è stata un colpo al cuore: polmonite bilaterale per infezione da Sars Cov 2!”. Incredibile ma vero, anche l’ottavo re di Roma non è immune al coronavirus. Dopo la terribile diagnosi e la tragica scomparsa del padre, Francesco Totti torna a parlare, e lo fa sui suoi social, del periodo difficile vissuto dopo aver contratto il covid-19“Ciao a tutti! Come avete saputo in queste ultime settimane non sono stato bene. Ora mi sono ripreso e posso dirvi con un certo sollievo che ho avuto il covid non è stata una passeggiata: febbre che non scendeva, saturazione dell’ossigeno bassa e le forze che se ne andavano”, spiega l’ex capitano della Roma, si dice pronto a ritornare nell’organigramma societario e protagonista di un docufilm che sta riscuotendo molto successo. 

Due settimane molto dure, ma vista la tempestività della diagnosi è riuscito a curarsi da casa per 15 lunghi giorni. Adesso che tutto è passato ci tiene a ringraziare coloro che g lisono stati più vicini e quindi un grazie speciale al Prof. Alberto Zangrillo alla Prof. Monica Rocco e Silvia Angeletti. “Il Covid si può battere con le giuste precauzioni e indicazioni” ha aggiunto il capitano.

Davvero un bello spavento quello preso da Francesco Totti e dalla sua famiglia, coinciso con un periodo davvero particolare della sua vita. Dopo la scomparsa del padre, il docufilm sulla sua carriera che ha fatto commuovere tantissimi appassionati di sport e non. Ora con il cambio societario della sua amata Roma, la possibilità di rientrare nei quadri societari come Totti auspicava da tempo dopo la rottura con il patron Pallotta.

Tommaso Zorzi

Tommaso Zorzi risponde a Giacomo Urtis sul suo cantante preferito

Emma e Bluephelix

X Factor, Emma va su tutte le furie