Alessandro Cecchi Paone, gravissime accuse contro la Rai: le dure parole

0
139

Questa sera (venerdì 16 aprile) Alessandro Cecchi Paone si racconterà a La confessione: le sue accuse sono dure, la Rai risponderà?

Questa sera, Alessandro Cecchi Paone sarà ospite d’onore a La confessione, programma televisivo condotto da Peter Gomez (in onda su Nove). Nel talk show vengono raccolte tutte le confessioni dei personaggi più amati della televisione italiana. Sul web circola già un frammento del discorso di Cecchi Paone: da quello che si sente, i temi trattati dalla puntata di questa sera (16 aprile) non saranno affatto leggeri. Pare, infatti, che da quando il giornalista ha fatto coming out nel 2004 la Rai abbia iniziato ad escluderlo da alcuni programmi. “Mi è stato detto in maniera esplicita” racconta Alessandro Cecchi Paone a Peter Gomez. “Neanche come ospite sono potuto entrare in Rai”.

La confessione di Alessandro Cecchi Paone

“Io sono nato in Rai 45 anni fa” ha raccontato il giornalista. “Ho dato alla Rai e la Rai ha dato a me l’occasione di inventare Uno mattina, di inventare i programmi di cronaca del pomeriggio, di fare il telegiornale per i bambini… c’è un legame profondissimo”.

Leggi anche -> Gomorra, la verità sull’arresto dell’attore Salvatore Abruzzese: cosa è successo

In effetti, l’esordio televisivo del giornalista è avvenuto nel 1977, proprio su Rai Uno: all’epoca Cecchi Paone conduceva un telegiornale per ragazzi. In seguito c’è stata Mister O, trasmissione dedicata ai fenomeni paranormali; poi Il bello in diretta. Tutto sulla Rai, che pare però averlo tradito nel momento più inaspettato.

Leggi anche -> Irama, chi è il cantante: età, foto, carriera e vita privata

Secondo Cecchi Paone le cose avrebbero iniziato a cambiare con l’arrivo di Papa Francesco. “Per me è stato un terribile dolore vedere che in un Paese democratico, laico e senza più una religione di Stato, potesse arrivare una telefonata dal Vaticano che dice: ‘questa persona non solo non deve avere più programmi, ma non deve più apparire in televisione‘. Finché ci sono stati Ruini, Bertone e Ratzinger, io in Rai non sono più andato, neanche come ospite. Quando è arrivato Francesco è cambiato tutto”.