Mamma cerca di bucare una vescica di sangue ma è un tumore raro

0
203

Una mamma di 46 anni non era troppo preoccupata per la vescica sulla sua mano, ma si è rivelato essere un raro tipo di cancro aggressivo 

mamma cancro mano

Una mamma di quattro figli che ha cercato di togliersi con una spilla da balia quella che pensava fosse una vescica di sangue ha presto scoperto che si trattava, in realtà, di un tipo di cancro aggressivo e molto raro. Helen Notley, donna inglese di 46 anni, ha notato il segno sulla sua mano e ha cercato di liberarsene da sola nel 2018.
L’istruttrice di fitness, ha così scoperto di avere un melanoma nodulare dopo una visita dal medico di famiglia. La donna si è sottoposta poco dopo a un intervento per rimuovere il nodulo e sembrava che l’incubo fosse finito, tuttavia il tumore è tornato nel 2020. Helen ha scoperto di avere un altro nodulo, nel braccio, e questa volta era molto più grave e i medici le dissero che il cancro si era diffuso.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Stefano De Martino e Andrea Delogu, nuovo flirt in arrivo?

La lotta di una mamma contro il cancro

Ora la mamma 46enne sta prendendo parte a una sperimentazione clinica per un nuovo farmaco che ha dimostrato di ridurre i tumori dopo che gli interventi chirurgici non hanno funzionato. Prima del cancro, Helen prendeva regolarmente il sole e ora vuole avvertire gli altri dei pericoli. La donna ha detto: “È un grande rimpianto, non mi rendevo conto di quanto fosse terribile stare al sole sui lettini. Ero davvero scioccata quando ho scoperto che era un cancro, non ci ho capito niente, è stato un vero e proprio aprire gli occhi perché mi considero molto consapevole del mio corpo ma ho pensato che fosse qualcosa da niente”.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Fabio Fazio umiliato dalla Littizzetto, i complimenti di Maurizio Costanzo

La mamma, nel raccontare la sua storia, ha trovato anche il modo di scherzarci su: “Stavo letteralmente cercando di curare il cancro con della carta igienica e una spilla da balia! Non mi era mai venuto in mente che fosse qualcosa di losco. L’ho fatto rimuovere nel 2018, sono guarita, mi sono ubriacata, ho festeggiato e non ci ho più pensato. Fino a quando non ho trovato un altro nodulo al braccio nell’aprile 2021 – questa volta l’ho capito subito. Questa volta era molto più grave e piuttosto sgradevole perché significava che era nel mio sistema. L’ho fatto rimuovere di nuovo e ho avuto un trattamento abbastanza nuovo chiamato immunoterapia. A settembre ho potuto vedere molti più tumori crescere nel braccio e dopo l’ultimo lotto di intervento chirurgico, i miei medici hanno detto che non funzionava“.

mamma cancro braccio