ATP Barcellona: Gaio batte Paire, ora sfida Rublev

0
64

Buono l’esordio di Federico Gaio all’ATP di Barcellona: batte Benoit Paire, il suo prossimo avversario è Andrej Rublev.

(screenshot video)

Parte un’altra intensa settimana per il tennis italiano, con l’ATP che si svolge a Barcellona e che vede tra gli azzurri la presenza dei vari Fabio Fognini, Jannik Sinner, Lorenzo Musetti e Salvatore Caruso. Dominatore assoluto di questo torneo è stato negli anni Rafa Nadal: il più grande tennista del 21esimo secolo si è imposto in 11 occasioni su 15 edizioni disputate dal 2005 a oggi.

Leggi anche –> Atp Barcellona, tutti gli italiani in gara: Fognini e Sinner teste di serie

Nella giornata di esordio per i colori azzurri, una brutta sconfitta – quella di Salvatore Caruso per 6-1, 6-2 in nemmeno un’ora da parte del britannico Norrie – ma soprattutto una piccola grande impresa da parte di Federico Gaio. Il tennista di Faenza non è mai riuscito ad andare oltre alcuni piazzamenti di prestigio in tornei minori.

Leggi anche –> Federico Gaio, chi è il tennista italiano: età, carriera, foto

Gaio batte Paire all’ATP di Montecarlo: chi è Andrej Rublev, il prossimo avversario

Nel suo palmares, ha 13 tornei di singolare, di cui 4 del circuito Challenger, mentre non è riuscito mai a vincere un trofeo del circuito ATP, con appena una finale raggiunta – e persa – in doppio. Oggi è riuscito ad avere la meglio di un avversario ben più quotato di lui, ovvero Benoit Paire. L’avversario di Avignone, che ha 31 anni e grande esperienza, di recente a Miami è stato eliminato da Lorenzo Musetti. Numero 35 al mondo, è stato regolato in due set.

Infatti, Federico Gaio, che nella classifica mondiale è addirittura il numero 138 del ranking, non ha avuto moltissime difficoltà a regolare il suo avversario. Il primo set è andato avanti a oltranza fino al dodicesimo game, conclusosi con il break decisivo dell’azzurro, quindi nel secondo set Gaio è salito in cattedra sfoderando tutti i suoi colpi migliori. In un’ora e un quarto circa di gioco, ha avuto dunque la meglio dell’avversario e domani sfida Andrej Rublev, temibilissimo russo tra i primi dieci tennisti al mondo.

Federico Gaio