Playboy miliardario morto: verità choc dopo 3 anni

0
378

La giovanissima moglie di un playboy miliardario morto tre anni fa è finita ora agli arresti: ecco cos’è successo.   

A tre anni di distanza dalla morte di Kosuke Nozaki, anziano miliardario considerato uno dei più grandi playboy del Giappone, arriva una clamorosa svolta nelle indagini sul caso. La giovanissima moglie del ricco, tale Saki Sudo, un’ex modella che oggi ha 25 anni e con cui era sposato da appena tre mesi, è stata arrestata con gravi accuse.

Le accuse nei confronti della giovanissima moglie del playboy giapponese

Kosuke Nozaki morì nel maggio 2018 a 77 anni in circostanze sospette dopo una vita di successi imprenditoriali, principalmente nel settore edilizio e degli alcolici. Il magnate giapponese, soprannominato “Don Giovanni di Kishu”, era noto per le sue conquiste amorose: nel corso della sua vita avrebbe sedotto più di 4mila donne spendendo per loro ben 3 miliardi di yen (quasi 23 milioni di euro). Aveva persino deciso di scrivere un libro – poi bestseller – in cui rivelava i suoi trucchi di donnaiolo.

Leggi anche –> Travolta e uccisa da un suicida mentre passeggia: l’iniziativa della famiglia

Quando Nozaki morì, nella sua casa nella prefettura di Wakayama, il miliardario era sposato con la giovane Saki Sudo da appena tre mesi. Nel suo testamento Kosuke Nozaki aveva espresso la volontà di lasciare la sua tenuta del valore di oltre un milione di euro alla cittadina di Tanabe, dove risiedeva, ma in qualità di principale erede, la giovane moglie avrebbe avuto la l’ultima parola sulla destinazione dell’eredità.

Leggi anche –> Cuneo, indagato il gioielliere che ha ucciso i 2 rapinatori 

Inizialmente, gli inquirenti credevano che il decesso per avvelenamento di Nozaki fosse stata un caso di suicidio. Quell’ipotesi era stata però  smentita da un fatto: poco meno di un mese prima era morto l’amato cane del miliardario, e quest’ultimo stava organizzando personalmente per il quadrupede un funerale in grande stile.

Stando alle ultime notizie, l’ex modella – ora accusata dell’omicidio di Nozaki – non aveva mai raccontato alla famiglia di essersi sposata, e diceva ai conoscenti che si guadagnava da vivere grazie agli investimenti in Borsa. Il sospetto è che abbia somministrato al marito sostanze stimolanti che ne avrebbero causato la morte.