L’annuncio del commissario Figliuolo: “Vaccinare tutti, al di là dell’età”

0
895

L’annuncio del commissario Figliuolo: “Vaccinare tutti, al di là dell’età”. La proposta che il commissario all’emergenza Covid ha intenzione di presentare al Governo, è stata anticipata nel corso di una recente intervista.
commissario Figliuolo

Figliuolo ha fatto il punto sullo stato della campagna vaccinale. E ha inoltre evidenziato le prossime tappe da seguire per arrivare, come previsto, a vaccinare tutta la popolazione entro il prossimo mese di settembre.

L’annuncio del commissario Figliuolo: “Vaccinare tutti, al di là dell’età”. Ecco la nuova proposta che verrà presentata al Governo

E’ stato nel corso di una intervista sul quotidiano Repubblica, che il commissario all’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliolo, ha fatto il punto sulla campagna vaccinale. E ha inoltre chiarito cosa prevede il piano di vaccinazioni sul nostro territorio nazionale nei prossimi mesi. Oggi che è stato raggiunto il traguardo di 500mila somministrazioni al giorno, si rende sempre più necessario mantenere questo standard. Oltre al raggiungimento dell’obiettivo di aumentare quanto più possibile il numero di vaccinati. Soprattutto, secondo il commissario, in considerazione del sopraggiungere della stagione estiva, che potrebbe far abbassare la guardia rispetto alla prevenzione dal contagio.

Leggi anche –> Muore di Covid, 28enne in salute si spegne dopo un mese di ospedale

Figliuolo ha quindi ribadito nell’ambito delle prossime vaccinazioni l’accordo con 30mila medici di famiglia. A questi si uniranno 10mila farmacie e i dentisti, che potranno somministrare le dosi di vaccino. Il commissario ha inoltre affermato di voler aprire anche alle aziende il prima possibile.
Nei progetti di Figliuolo inoltre, dopo essere arrivati a vaccinare tutti gli over 65, c’è quello di aprire le vaccinazioni a tutti, senza differenziazioni di età. Si pensa inoltre un domani a iniziare le vaccinazioni anche all’interno delle scuole.

Potrebbe interessarti anche –> Vaccini Covid, la Lombardia blocca le prime dosi AstraZeneca: ecco perché

Leggi anche –> Vaccini, ipotesi terza dose contro le varianti: come funziona

Il commissario ha inoltre parlato del fenomeno dei “no-vax”, ribadendo la necessità di tenere in considerazione il problema e lavorare per assorbirlo, mantenendo molto alta la guardia e facendo rispettare la legge, soprattutto quando si tratta di personale sanitario.
Figliulo ha ribadito l’obiettivo primario del suo lavoro, che resta quello di vaccinare tutti gli italiani entro il prossimo mese di settembre.
commissario Figliuolo