Dramma Ubaldo Righetti, l’ex calciatore della Roma colpito da infarto

0
1349

Ubaldo Righetti, ex difensore della Roma e campione d’Italia, è stato colpito da un infarto questo pomeriggio: ecco cosa è successo.

Ubaldo Righetti

“Quando cominciai ad allenarmi con la prima squadra, si andava al Tre Fontane. Venivano tantissimi tifosi a vederci. Mentre noi cominciavamo a fare i giri di campo, Agostino mi veniva sempre vicino e mi diceva: ‘guardali, guardali bene, devi sempre rispettare loro e la maglia’”. Così ha raccontato Ubaldo Righetti al quotidiano Il Romanista. Ex difensore della Roma (per cui ha iniziato a giocare quando aveva solo 17 anni) e campione d’Italia nel 1983, Righetti è un nome conosciuto nel mondo dello sport.

Leggi anche -> Stroncata da un malore a 45 anni: Sezze piange Enza Berti

Lasciato il campo alle spalle, Ubaldo Righetti è diventato commentatore per Roma TV; la sua squadra però gli è sempre rimasta nel cuore. “Ci volevamo bene. Eravamo un gruppo unito nel senso più pieno della parola. C’erano uomini giusti. In campo ci si aiutava. C’era il coinvolgimento totale di tutti”.

Ubaldo Righetti: l’infarto il 3 maggio

Sono stati momenti di paura per i parenti dell’ex difensore della Roma: Righetti stava giocando a Padel quando è stato colto da un improvviso infarto. Gli amici che erano con lui hanno immediatamente chiamato un’ambulanza, così il campione è stato trasportato subito all’ospedale Sant’Andrea.

Leggi anche -> CalcioMercato, Spalletti al Napoli: la rivoluzione potrebbe allontanare un big

Nonostante la preoccupazione, però, pare che Ubaldo Righetti ora sia fuori pericolo. Le sue condizioni sono stabili, ma dopo essersi ripreso dallo spavento il campione d’Italia si sta riprendendo. Ad aspettarlo a casa probabilmente ci sarà sua figlia Giorgia Righetti, che l’uomo in un’intervista ha descritto così: “Il gioiellino di casa. Mantiene sempre la gioia e il sorriso, una ragazza ribelle ma consapevole, un punto di riferimento. Senza nulla togliere ai traguardi raggiunti con la Roma, è la gioia più bella del mondo”.