Storie Italiane, Eleonora Daniele in lacrime: “Commozione e vicinanza”

0
634

Questa mattina a Storie Italiane la conduttrice Eleonora Daniele non è riuscita a trattenere le lacrime con gli ospiti in collegamento.

Eleonora DanieleData la conclusione del processo ai danni di Antonio Ciontoli e famiglia per il caso Marco Vannini, la puntata di oggi di Storie Italiane non poteva esimersi dal raccontare l’epilogo della vicenda giudiziaria. In questi anni il programma di Eleonora Daniele si è occupata spesso di questo terribile caso di cronaca nera ed in studio ha avuto ospite più volte la madre del ragazzo, Marina.

In una delle ultime occasioni la conduttrice Rai aveva rassicurato la donna, dicendole di stare tranquilla perché prima o poi giustizia sarebbe stata fatta. Dopo la sentenza di ieri, con la conferma definitiva delle condanne ad Antonio Ciontoli e ai suoi familiari, i genitori di Marco Vannini possono finalmente dirsi soddisfatti e sicuri che è stata fatta giustizia per la morte del figlio.

Leggi anche ->Uomini e Donne chiude: Maria De Filippi annuncia la fine del programma

Storie Italiane, la commozione di Eleonora Daniele davanti ai genitori di Marco Vannini

Già in passato Eleonora Daniele aveva mostrato di provare una forte empatia per i casi di cui tratta e oggi quell’empatia era così forte da portarla ad avere una reazione istintiva davanti alle telecamere. Dopo aver riassunto quanto successo ieri ed aver annunciato gli ospiti in collegamento – i genitori di Marco Vannini – Eleonora ci ha tenuto a complimentarsi con loro per la determinazione con la quale hanno inseguito la giustizia: “Lo dico con grande commozione e vicinanza: voi in tutti questi anni non avete davvero mai mollato…”.

Leggi anche ->Antonio Ciontoli e famiglia sono già in carcere: quanto ci rimarranno

Commozione che traspare dal tono spezzato della sua voce e dagli occhi lucidi mentre pronuncia quella frase. La conduttrice si commuove poi una seconda volta quando Marina parla della sua paura che qualcosa potesse andare storto: “E’ un sogno che ho tenuto per me fino a ieri. Temevo che se ne avessi parlato le cose non sarebbero andate come dovevano”.