Matteo Berrettini, chi è il tennista italiano: età, carriera, foto

0
646

Carriera e curiosità su Matteo Berrettini, chi è il tennista italiano: età, carriera, foto, cosa sapere su di lui.

(Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)

Romano classe 1996, Matteo Berrettini – tra alti e bassi – è ormai dal 2019, anno in cui raggiunse la semifinale dello US Open, miglior risultato in un torneo del Grande Slam, uno dei tennisti più forti al mondo. Sempre nello stesso anno, è giunto fino alle ATP Finals, terzo italiano nella storia a conquistare questo ambito traguardo.

Leggi anche —> Matteo Berrettini fidanzata, chi è Ajla Tomljanovic: la bellissima collega

Nella sua carriera, il tennista romano ha conquistato quattro titoli ATP in singolare e due in doppio. Allenato dal coach Vincenzo Santopadre, l’ottavo posto nel ranking mondiale, raggiunto nel novembre 2019, è la sua migliore posizione. I suoi successi sono arrivati soprattutto sulla terra rossa, la sua superficie preferita.

Leggi anche —> Jannik Sinner, chi è il tennista italiano: età, carriera, foto

Carriera e successi del tennista romano Matteo Berrettini

(Alexander Hassenstein/Getty Images)

Il primo successo in un torneo dell’ATP il romano Matteo Berrettini lo ha raccolto il 29 luglio 2018 sulla terra rossa di Gstaad quando è riuscito a battere in due set, con il punteggio di 7-6, 6-4 lo spagnolo Roberto Bautista Agut. In precedenza aveva vinto due Futures e due Challenger, entrambi quando era davvero molto giovane. Vincerà un altro Challenger a Phoenix nel marzo 2019. Nei tornei minori, ha rimediato anche sette finali perse, cosa avvenuta solo una volta in un torneo dell’ATP, a Monaco di Baviera contro Garin nel 2019.

Gli altri successi nei tornei ATP in singolare sono arrivati due in rapida successione, tra aprile e giugno 2019, a Budapest e Stoccarda, contro il serbo Filip Krajinović e il giovanissimo canadese Félix Auger-Aliassime, quindi il 25 aprile 2021 il suo ritorno alla vittoria in un torneo ATP a Belgrado, contro il forte Aslan Karatsev. Nel 2018, in doppio, in coppia rispettivamente con Bracciali e Fognini ha vinto a Gstaad e San Pietroburgo.