lunedì, Gennaio 30, 2023

Alimentazione e abbronzatura: cosa mangiare per una tintarella perfetta

Non solo ore in spiaggia, per una perfetta abbronzatura occorre anche guardare l’alimentazione. Ecco i cibi per garantiscono la tintarella.

La bella stagione è ormai alle porte e con lei arriva il desiderio di una perfetta abbronzatura, una pelle dorata e splendente da sfoggiare in spiaggia e non solo. Ma a volte, per garantire una tintarella invidiabile, non basta sottoporsi a ore di esposizione alla luce solare e utilizzare creme abbronzanti o altri metodi casalinghi discutibili (e spesso dannosi) come la birra o l’olio d’oliva. Non tutti sanno che anche l’alimentazione ha molto a che fare con la melanina della nostra pelle, responsabile dell’abbronzatura. Allora, in previsione dell’estate, cosa mangiare per una pelle super dorata?

Super cibi che favoriscono l’abbronzatura

La reazione della pelle alla luce solare dipende da diversi fattori: dalla quantità di tempo che si viene esposti, dalla potenza dell’energia solare che può dipendere dall’ora del giorno e dalla conseguente posizione del Sole. Lo scrurirsi della pelle esposta alla luce solare dipende dalla produzione di melanina, che può essere stimolata consumando cibi specifici.

Leggi anche–>Cashmere, che cos’è veramente e perché costa così tanto

In questo senso, l’alimentazione è necessaria se si vuole ottenere una tintarella perfetta consumando cibi che contengono vitamine e sali minerali e che, non solo stimolino la produzione di melanina, ma proteggano il nostro organismo dalle temperatura alte che caratterizzano la stagione estiva. Allora ben vengano carote, pesche, albicocche, radicchio, cicoria, melone giallo, lattuga, peperoni, sedano, pomodori, cocomero e ciliege. Tutti alimenti facilmente reperibili, tipici della bella stagione e anche piuttosto economici.

Leggi anche–>Scuola, 18enne rifiuta di indossare la mascherina: ricoverato in psichiatria

Naturalmente, l’esposizione eccessiva al Sole può essere nocivapericolosa quindi bisogna mantenere il buon senso anche con la tintarella, come ricorda Coldiretti: “È quindi importante conoscere il proprio fototipo ed utilizzare creme adeguate alla propria pelle, soprattutto su bambini, ridurre al minimo le esposizioni ai raggi solari, specie nelle ore centrali della giornata, non esporsi al sole con profumi ed essenze.

Può interessarti anche