mercoledì, Febbraio 1, 2023

Scuola, 18enne rifiuta di indossare la mascherina: ricoverato in psichiatria

L’emergenza sanitaria ha inciso anche sulla psiche delle persone, in particolar modo in quella dei giovani a scuola: ricoverato in psichiatria

fano scuola mascherina

L’emergenza Coronavirus è ancora presente sul territorio italiano e nel resto del mondo. Il coprifuoco e gli altri limiti volti a contrastare i problemi di salute hanno inciso anche sulla psiche dei ragazzi. A Fano all’Istituto Olivetti uno studente di 18 anni non ha voluto indossare la mascherina incatenandosi anche al banco. I docenti hanno cercato di convincerlo in tutti i modi fino a quando la preside ha dovuto chiamare il 118. Successivamente c’è stato anche l’intervento della polizia e dopo due ore circa il 18enne è stato anche portato in ospedale.

Leggi anche –> Bambina morta di Covid a 6 anni, i familiari: “Non aveva malattie”

Scuola, la triste storia del 18enne ricoverato

Il giovane studente è stato anche sottoposto a Tso e ricoverato in psichiatria. Il ragazzo ha reagito in maniera feroce anche al pronto soccorso del Santa Croce e così c’è stata la  decisione di ricoverarlo in psichiatria. Secondo le prime ricostruzioni lo studente ha un ottimo rendimento e una buona condotta, ma sarebbe stato condizionato da un suo amico di 50 anni, che l’avrebbe invitato anche ad agire a scuola con proteste contro la mascherina.

Leggi anche –> Multa Covid, compleanno per bambino disabile finisce male

I genitori subito sono stati avvertiti, ma non hanno potuto fare altro che accettare la Tso. Un’altra brutta vicenda con un giovane studente che ha dovuto così fare i conti con azioni di protesta contro l’uso della mascherina in classe. Un condizionamento dovuto ad amici e soprattutto dai social. Una comunicazione a volte provoca anche malumore nei più giovani, che vogliono continuare a vivere la loro vita senza barriere. Un lavoro duro da parte dei genitori che devono fare i conti con numerose polemiche con i propri figli.

Scuola fano

Può interessarti anche