mercoledì, Febbraio 1, 2023

Napoli, pronto il primo acquisto in serie A: c’è l’offerta ufficiale

Pronto il mercato del Napoli, offerta ufficiale per il centrocampista argentino De Paul: la richiesta dell’Udinese

(Alessandro Sabattini/Getty Images)

Il Napoli è ancora in lotta per partecipare alla prossima Champions League. La gara di Firenze si annuncia decisiva. Intanto la società, in attesa di sapere chi sarà il prossimo allenatore, è già in attività per i rinforzi In pole come primo acquisto del calcio mercato 2021 è l’argentino Rodrigo De Paul. La mezzala è da tempo sotto l’osservazione del club azzurro e non solo. Le milanesi sono sul giocatore ma le notizie delle ultime ore danno gli azzurri in vantaggio. Sono tre i motivi che potrebbero favorire l’operazione verso Napoli: Innanzitutto il rapporto privilegiato tra De Laurentiis e Pozzo. A parità di offerenti il presidente friulano preferisce accontentare il collega di Napoli viste le tante operazioni effettuate negli anni. Secondo motivo è legato alla volontà del giocatore. De Paul è argentino, nato con il mito Maradona, e per lui giocare nel suo stadio, con la sua maglia farebbe la differenza.

Napoli, offerta ufficiale: la richiesta dell’Udinese

Terzo e importante motivo è di carattere economico. Le avversarie più insidiose, Milan e Inter, sono alle prese con difficoltà economiche legate alle perdite in bilancio. La pandemia ha aggravato le situazioni di tutti i club che già andavano in perdita come le milanesi. Difficile che possano in tempi stretti accontentare le pretese di Pozzo. L’Udinese chiede 40 milioni per il 27enne argentino. Si potrebbe chiudere a 35, che sarebbe la cifra offerta ufficialmente dal Napoli, senza andare per le lunghe. In tal senso è avvantaggiato il Napoli, ma occorre prima la certezza della Champions che porterà un incasso importante.

Leggi anche > Napoli ,a radio ufficiale su Allegri: sappiamo dove va

De Paul lascia poi pensare ad una partenza a centrocampo. Il nome più caldo è quello di Fabian Ruiz, con il quale non c’è stato accordo sul rinnovo a causa della clausola rescissoria ritenuta alta dall’entourage del giocatore spagnolo.

Leggi anche > Calcio nel caos, arbitri sotto tiro

(Francesco Pecoraro/Getty Images)

Può interessarti anche