Saman Abbas, ricerche nei pressi della casa: la verità in un video

0
466

Ci sono degli sviluppi nella vicenda di Saman Abbas, la giovane che ha detto no alle nozze combinate, ricerche nei pressi della casa: la verità in un video.

Ci potrebbero essere purtroppo delle novità non positive sulla vicenda di una ragazza di 18 anni, Saman Abbas, residente a Novellara ma di origini pakistane. Di lei si sarebbero perse le tracce ai primi di maggio, quando i carabinieri si sono presentati presso la sua abitazione per recapitarle un documento. I familiari, interpellati sulla vicenda, hanno continuato a parlare di un allontanamento volontario.

Leggi anche –> Saman Abbas, scomparsa da Novellara: paura per la giovane

Ai militari dell’Arma hanno infatti raccontato che la giovane pakistana sarebbe stata ospitata da parenti o amici, ma il fatto che a distanza di tempo di lei non si sappia nulla ha fatto ipotizzare il peggio. Secondo gli inquirenti, la ragazza avrebbe detto di no a un matrimonio combinato che avrebbe dovuto celebrarsi in Pakistan con un suo parente.

Leggi anche –> Ragazzo scomparso, svolta finale nel caso di Federico: come è finita

Che fine ha fatto Saman Abbas? Il drammatico risvolto della vicenda

Sempre stando a quello che si è finora ricostruito, dopo che era emersa la vicenda del matrimonio combinato, la ragazza sarebbe stata allontanata dai genitori e ospitata in una struttura protetta. Ora di lei non vi è traccia, mentre pare che i suoi cari siano tornati in Pakistan, ufficialmente per stare vicini a una parente malata. Ma un’immagine immortalata dai sistemi di videosorveglianza della zona di via Colombo a Novellara potrebbe rivelare uno scenario a dir poco drammatico.

Ieri sera è arrivata la conferma che ora le indagini sulla ragazza scomparsa sono per omicidio e adesso ecco spuntare un video che mostra tre persone, nei pressi dell’abitazione, mentre con due pale scavano nei campi. Con loro, hanno un secchio contenente un sacchetto azzurro, un piede di porco e un altro strumento. A quanto pare, le immagini risalgono alla sera del 29 aprile, un paio di giorni prima dell’arrivo dei carabinieri per notificare un avviso alla ragazza.

ragazzo scomparso