Wimbledon, Berrettini batte Bedene, chi è l’avversario agli ottavi

0
301

Terzo turno di Wimbledon, Matteo Berrettini batte Aljaz Bedene: chi è il prossimo avversario dell’azzurro.

(Julian Finney/Getty Images)

Dopo l’eliminazione di ieri da parte di Fabio Fognini, che aveva di fronte un avversario davvero forte come Andrej Rublev, oggi erano due gli italiani impegnati nel terzo turno sull’erba di Wimbledon, il torneo sicuramente più noto e importante al mondo. Stiamo parlando di Matteo Berrettini, numero 9 al mondo, e Lorenzo Sonego, entrambi sicuramente molto in forma in questo 2021.

Leggi anche —> Matteo Berrettini fidanzata, chi è Ajla Tomljanovic: la bellissima collega

Un 2021 davvero interessante per il tennista romano Matteo Berrettini, che vuole migliorare il suo ranking di numero 9 al mondo. L’azzurro, dopo i quarti di finale al Roland Garros ha vinto anche l’Atp di Londra. A Wimbledon, dunque, l’azzurro cerca delle conferme al suo buon stato di forma.

Leggi anche —> Matteo Berrettini, chi è il tennista italiano: età, carriera, foto

Avanza Matteo Berrettini: battuto Aljaz Bedene, ecco il prossimo avversario

(Mike Hewitt/Getty Images)

Oggi Matteo Berrettini, ormai da diversi anni il migliore degli azzurri, aveva lo sloveno Aljaz Bedene, un tennista molto esperto e attualmente numero 64 al mondo. Il tennista avversario dell’azzurro, nel mese di maggio, ha perso due incontri su tre contro italiani, battuto sia da Marco Cecchinato che da Lorenzo Musetti. A Berrettini oggi è bastato davvero lo stretto indispensabile per avanzare nel tabellone. Ha infatti chiuso il match con un triplo sei a quattro, in appena un’ora e 47 di gioco, a questi livelli un tempo davvero basso.

Un break per set sono dunque bastati all’azzurro, che ha saputo regolare con dovizia il suo avversario quotato e pericoloso. Il tennista romano deve adesso recuperare velocemente le energie per la prossima sfida: di fronte avrà un avversario sicuramente non proibitivo. Dovrà infatti vedersela con il vincente del match tra il bielorusso classe 1994 Ilya Ivashka, che è numero 79 del ranking mondiale, e l’australiano Jordan Thompson, che in classifica è invece il numero 78 al mondo. Una nuova qualificazione ai quarti è molto più che un sogno.