Chi l’ha visto, lutto nella storica trasmissione televisiva

0
262

Il cordoglio di Chi l’ha visto? per la morte di Libero De Rienzo, figlio di Fiore, lutto nella storica trasmissione televisiva.

(screenshot video)

La morte di Libero De Rienzo, l’attore napoletano deceduto a soli 44 anni in maniera improvvisa, lascia un vuoto nel cinema italiano e colpisce l’intero mondo dello spettacolo. Inoltre, la sua morte ha gettato nello sconforto anche una nota e storica trasmissione televisiva della Rai. Stiamo parlando di ‘Chi l’ha visto?’, che in queste ore manifesta vicinanza e cordoglio a Fiore De Rienzo.

Leggi anche –> Libero De Rienzo, morto a 44 anni l’attore: come è successo

Il papà dell’attore scomparso oggi, infatti, in passato è stato anche egli nel mondo del cinema, in particolare è stato aiuto regista del grande Citto Maselli. Ma a lui si deve soprattutto “l’invenzione” del format della trasmissione televisiva dedicata alle persone scomparse. Infatti, Fiore De Rienzo è stato tra i primissimi autori del programma, sin dal 1989, quando andò in onda la prima puntata.

Leggi anche –> Si finge Colin Firth e truffa tre sorelle, quanto ha rubato

Lutto e cordoglio a ‘Chi l’ha visto’ per la morte di Libero De Rienzo

Lunghissimo il sodalizio tra il padre del compianto Libero De Rienzo e la trasmissione televisiva Rai, che per un periodo ha anche condotto, ma nella quale soprattutto nelle vesti di inviato è spesso apparso. Il suo nome tra i fan della trasmissione era noto, esattamente come era noto quello di suo figlio Libero nel mondo del cinema. “Non sapevo fosse suo figlio, infatti appena ho letto il cognome pensavo al vostro giornalista. Mi spiace molto!”, commenta a tal proposito qualcuno su Twitter.

Libero De Rienzo, parlando a ‘Vanity Fair’ del padre Fiore e della sua vita come inviato di questa trasmissione di cronaca, ha ricordato: “Ha fatto una vita strana. Ha praticamente inventato Chi l’ha visto?, passando tre quarti della sua carriera per strada a salvare la gente”. Ricordò anche che suo papà, tra i primi in assoluto, fece il nome di un mafioso molto pericoloso in diretta televisiva. Oggi lo storico programma tv rende omaggio al figlio e si dice vicino al padre. E i fan della trasmissione si accodano: “Le parole sono inutili”, scrivono.