Covid, il vaccino protegge: i dati che smentiscono le bufale

0
82

Emergenza Covid in Italia, il vaccino protegge: i dati che smentiscono le bufale sulla mancanza di efficacia dei vaccini.

(Brook Mitchell/Getty Images)

L’efficacia dei vaccini contro Covid-19 viene in questi giorni contestata, soprattutto sui social network, con gli esperti che continuano a insistere rispetto all’aumento dei contagi. Sottolineano infatti che la stragrande maggioranza di coloro che hanno contratto il virus non era vaccinato. Una tesi a cui replicano i detrattori del vaccino, sostenendo che si tratta di numeri gonfiati ad arte.

Leggi anche –> Coronavirus 17 luglio: superati 3mila casi, salgono i ricoveri

Ci affidiamo ai dati diffusi dall’Istituto Superiore di Sanità per cercare di capire qualcosa in più e per confutare la tesi che i vaccini non solo sono efficaci, ma la vaccinazione di massa è quanto mai necessaria. Si tratta di dati che fanno riferimento al periodo che va dal 21 giugno al 4 luglio scorsi, per cui evidentemente soggetti a possibili variazioni.

Leggi anche –> Focolaio Covid dopo Italia-Belgio: 91 positivi a Roma

I dati sulla protezione del vaccino Covid: smentite le bufale

(Mario Tama/Getty Images)

Al momento, nel nostro Paese il 60% circa della popolazione complessiva ha ricevuto almeno una dose di vaccino e il 42% ha completato il ciclo vaccinale. Se si guarda alla popolazione sopra i 12 anni, questa percentuale sfiora il 48%. Nel periodo di riferimento di cui sopra, ci sono stati complessivamente 10.597 casi, di cui 8.047 non avevano mai ricevuto la dose di vaccino. Di fatto tre malati su quattro non avevano ricevuto il vaccino, mentre il 7,5% dei casi è tra coloro che hanno completato il ciclo vaccinale.

Il dato riguardante i casi tra i non vaccinati sale all’82% quando parliamo di ospedalizzazioni e all’85% per i casi di terapia intensiva. Tra coloro che hanno completato il ciclo vaccinale, scende al 4,25% la percentuale di coloro che vengono ricoverati in terapia intensiva sul totale dei ricoveri. Fa eccezione il numero di decessi: quasi l’8% ha completato il ciclo vaccinale. Ma tra i deceduti, nove su dieci hanno oltre 80 anni. Ultima considerazione: i casi di Covid tra i vaccinati con ciclo completo sono stati 790, vale a dire cinque ogni mille vaccinati.