Valentino Rossi dice basta: “A fine anno smetterò di correre con le moto”

0
185

Valentino Rossi dice basta: “A fine anno smetterò di correre con le moto…”. Ma chiuso un capitolo se ne può aprire un altro. Forse le auto?

Valentino Rossi GettyImages (1)
Valentino Rossi GettyImages (1)

Valentino Rossi e Gianluigi Buffon, gli ultimi due immortali dello sport. Sembrava che avessero intrapreso una gara a distanza per vedere chi smetteva prima. Chi annunciava, dolorosamente, prima dell’altro, l’addio all’amatissimo gioco per tentare di diventare finalmente adulti. Sembrava che avesse vinto lui, nel momento in cui Gigi Buffon annunciò che avrebbe lasciato la Juventus. Poi il portierone decise di ritornare là dove tutto ebbe inizio, Parma ed il Parma.

Ti potrebbe interessare>>> Paola Ferrari, clamoroso annuncio: “Lascio Rai Sport”

Ed allora, probabilmente, ha vinto lui, poiché l’altro immortale oggi ha detto “basta”. Valentino Rossi, con un lacrimevole sorriso ha dato il triste annuncio. Non certo inaspettato, ma sempre triste quando a dire basta è un compagno di viaggio con il quale abbiamo condiviso un quarto di secolo di emozioni. Tante. Forti. A metà della stagione in corso si è sentito in dovere di annunciarlo questo ritiro, perché non più procrastinabile nel tempo, perché non più gestibile nel cuore.

Valentino Rossi e l’amore infinito per le due ruote

Valentino Rossi GettyImages
Valentino Rossi GettyImages

Le sue parole sono un atto d’amore verso le due ruote. Un atto d’amore per una carriera lunghissima che lo visto diventare campione del mondo per nove volte e che, soprattutto, lo ha fatto entrare di diritto nella leggenda di questo sport. Emoziona Valentino quando racconta che tanti dei suoi odierni avversari non erano nemmeno nati quando lui iniziò a correre.

Emoziona Valentino quando dice: “È dura prendere questa decisione, avrei voluto correre per altri 25 anni ma è arrivato il momento di dire basta”. Avrebbe potuto continuare a correre con il suo team, ma la decisione ormai era stata presa. Avrebbe potuto perfino correre con suo fratello in moto GP, ma va bene così, come direbbe un altro Rossi famoso, Vasco. Non poteva e non potrà certo lamentarsi della sua carriera.

Ti potrebbe interessare>>> Federica Frola, chi è la conduttrice di Sky Sport: età, carriera e vita privata

Ora, come sempre, come per tutti, dopo una fine c’è sempre un nuovo inizio. Dopo le moto, le auto? Valentino Rossi ama guidare le auto quasi quanto le moto. “Penso che correrò con le auto, ma è ancora un processo in corso”. Valentino Rossi è nato pilota, di moto o di auto fa poca differenza. E’ nato pilota ed è il pilota che rimmarrà immortale. Di moto o di auto.