Labbra nere e decorazioni in metallo: conoscete lo stile gotico?

0
143

Pelle candida, capelli neri e vestiti scuri. Vagano malinconici per le strade e amano gatti neri e pipistrelli. Scopriamo insieme chi sono gli amanti del gotico.

Lo stile gotico nasce negli anni Settanta, lo stesso periodo in cui si stava affermando un’altra corrente rivoluzionaria, il punk.

gotich girl
Foto da Pixabay

I gotici, al motto di “Live fast, die young” hanno dato vita ad un modo di vestirsi che, attraverso colori e accessori, manifesta le loro sensazioni e uno stato di alienazione e sofferenza che li fa vedere la vita triste e malinconica.

I gotici, inoltre, amano tutto ciò che è etereo, sono quasi più interessati alla vita ultraterrena che a quella che vivono, amano i cimiteri e le creature notturne, come vampiri e pipistrelli.

LEGGI ANCHE: Spille, borchie e creste: ma chi sono? Semplice, i punk!

Ma come si vestono i gotici?

goth girl
Foto da Pixabay

Anche se inizialmente punk e gotico hanno uno stile molto simile, presto quest’ultimo si distacca dall’altra corrente e acquisisce caratteristiche proprie.

Quando parliamo di questo stile pensiamo subito ad un solo colore, il nero; ma questa tonalità, seppur prevale su tutti gli altri colori, non è l’unica. Molto utilizzato è anche il bianco, soprattutto per rendere la pelle pallida, o il rosso, spesso per contrastare il look total black. Quando il Goth non indossa il nero, sceglie comunque tonalità molto scure come il viola, il bordeaux, il verde o il blu.

Il loro abbigliamento è molto ricco di dettagli e decori, soprattutto quello femminile.

La gothic girl, infatti, usa gonne voluminose, corsetti e calze a rete strappate, spesso usate anche come guanti. Amano anche gli accessori, i girocolli in lattice, croci celtiche e metalli, come oro e argento. Le calzature sono molto pesanti: stivali unisex con lacci, scarpe militari rese ancora più massicce dall’uso di borchie, spille o pendagli.

La ragazza gotica non ama acconciature particolari, di solito ha sempre i capelli neri e lisci, ma ha una cura particolare per il make up: polvere bianca sul viso, eyeliner nero, ombretti intensi, rossetto e unghie rosso fuoco.

Il gotico è cresciuto sempre di più tanto da arrivare persino alle passerelle nel 2000. Il primo stilista a proporlo è stato Alexander Mc Queen con la collezione “Birds”, definita dai critici come “il ritorno al dramma vittoriano”.

Questo stile, inoltre, nel corso del tempo ha subito anche una trasformazione interna facendo del gotico uno stile diviso in altri stili più circoscritti, ognuno con caratteristiche proprie.

Ci sono quindi il gotico antico, rinascimentale, vittoriano e il cyber gotic.

Quest’ultimo, in particolare, si diffonde a partire dagli anni’90 e pone l’accento sul futuro, non sul passato. Il cyber goth è molto diverso perché ha acconciature voluminose, usa molti più colori, ama i rossetti fluo, ha una predisposizione per tutto ciò che è tecnologico e scientifico, tanto che nei look più estremi utilizza anche le maschere antigas.

LEGGI ANCHE: Alexander McQueen: la sua SS 2022 va di pari passo col cielo

GOTICO
Foto da Instagram

Il gotico, una moda tra passato, presente e…cyber futuro.