Torna Bridgerton con la seconda stagione: il segreto del successo della serie Netflix

0
214

Bridgerton torna con la seconda stagione. Ha conquistato, con la prima, almeno 63 milioni di spettatori diventando una delle serie Netflix più viste di sempre. Spettacolari anche i costumi creati per i personaggi. Scopriamo i dettagli!

Una serie tv in costume con un successo così clamoroso non è semplice da fare. Il merito va agli autori, alla storia, agli attori, ma anche ai costumisti. Spettacolari gli abiti dei protagonisti: modelli ispirati allo stile Recency che raccontano un mondo ormai lontano.

Bridgerton
Foto Instagram

Avete visto anche voi la prima stagione di Bridgerton e siete in attesa della seconda? Ebbene bisognerà attendere ancora un poco perché a marzo arrivano su Netflix le storie avvincenti dei personaggi della serie cult.

Protagonisti indiscussi della serie sono stati anche i costumi che hanno reso omaggio ai protagonisti nati dalla penna dei romanzi di Julia Quinn e riadattati per il piccolo schermo da Shonda Rhimes. 

LEGGI ANCHE: HOUSE OF GUCCI, GLI ERRORI NEL FILM EVENTO

Ricordiamo che Bridgerton è una serie in costume, ambientata nel 1813 a Londra in un’epoca di assoluto perbenismo: l’età della Reggenza. I protagonisti: Daphne e il Duca di Hastings si ritrovano a dover fronteggiare le avversità dell’epoca e si innamorano. Un intreccio tutt’altro che sobrio, ricco di scene hot.

Ma scopriamo i dettagli più sensazionali dei costumi che hanno contribuito al successo di Bridgerton.

Bridgerton seconda stagione
Foto Instagram

La costumista, Ellen Mirojnick, ha realizzato i 7500 abiti. Esperienza decennale nel cinema, l’artista ha dichiarato di aver dovuto affrontare una bella sia per Bridgerton. Ha dovuto infatti rispettare delle importanti regole: non discostarsi dalla moda dell’epoca ma modernizzarla in base alla serie.

Le tecniche moderne e la palette di colori di quegli anni sono stati sicuramente gli assi nella manici di Ellen che si è ispirata alla maison francese Christian Dior per molti dettagli. In particolare la costumista ha guardato alla mostra del 1947 di Dior per riprendere la tematica dei costumi dell’epoca della Reggenza.

LEGGI ANCHE: ECOPELLICCIA ZARA, LE 5 PIÙ ECONOMICHE E BELLE DA COMPRARE SUBITO

Bridgerton
Foto Instagram

Ai costumi di Bridgerton hanno lavorato in totale per 238 artisti per ben 5 mesi. I modellini realizzato non hanno prezzo e sono di tutte le tipologie: da quelle più sobrie a quelle decisamente sexy.

Iconici ad esempio sono i corsetti creare da Mr Pearl. Pezzi che hanno fatto invida a chiunque e che hanno dato un tocco chic e sensuale agli abiti  più belli realizzati dalle dame di Bridgerton.

Da ricordare inoltre un notevole dettaglio: ogni famiglia della serie ha una propria palette di colori. Le figlie di Portia ad esempio sono sempre vestite con colori sgargianti come giallo, arancione, rosa mentre i Bridgerton sono sempre in tiene pastello con preponderanza di azzurro e bianco: segno di eleganza e raffinatezza.

Insomma non siamo più nella pelle per capire come saranno i costumi della seconda stagione!