sabato, Maggio 28, 2022

Ma DuaLipa lo sapeva? Il suo vestito lo avevamo già visto (e non solo una volta)

Dualipa ha scelto l’iconico bondage dress Versace ai Grammy, ma sai che tantissime celebrities l’hanno indossato prima di lei? Ecco la storia

Possiamo affermarlo con certezza: in fatto di fashion, Dualipa ha letteralmente rubato la scena ai Grammy di qualche giorno fa. E non solo per la sua bellezza incredibile, ma anche per il suo stile audace e fuori dall’ordinario. Il suo abito, infatti, ha attirato l’attenzione letteralmente ovunque: dai fotografi, a tutti i presenti, al web, davvero chiunque ne ha parlato, soprattutto positivamente. Sai che, però, il suo look ha una storia molto lunga alle spalle?

storia bondage dress
Foto da Canva, Pinterest e Instagram @cindycrawford

Partiamo col dirti che il vestito proposto dalla cantante per l’occasione è firmato, ovviamente, Versace. La ragazza, infatti, ormai sempre di affida alle mani della sapiente Donatella per le sue mise nelle occasioni più importanti (trovi un altro esempio cliccando qui).

E fa decisamente bene, in quanto incarna alla perfezione lo spirito della Versace’s girl per eccellenza: non a caso, ne è diventata una delle testimonial più in vista. Ti sveliamo qualche dettaglio in più sul vestito più sexy del Red Carpet, anche se siamo certi che le più esperte lo conosceranno già…

DuaLipa ha stregato tutti ai Grammy! Tutto quello che devi sapere sul suo abito

L’abito riproposto dalla cantante è conosciuto da tutti come bondage dress, è stato disegnato dallo stilista Gianni Versace (per conoscere la storia del brand, clicca qui) e fa parte della Miss S&M Collection bondage nel 1992. Ha avuto talmente tanto successo che negli anni ’90 venne definito uno dei look più provocanti: attualmente, gode ancora di questa intramontabile fama. Te ne parliamo del dettaglio

donatella cindy e naomi bondage dress
Foto da Pinterest e Instagram @cindycrawford

A indossare per la prima volta l’abito fu proprio l’iconica Donatella Versace, sorella dello stilista ormai defunto e che, attualmente, ha in mano le redini del famoso marchio. La donna lo sfoggiò nel ’92, al fianco del fratello: si compone di un bustier nero, attorno al quale si intrecciano cinghie, stringhe e fibbie d’oro.

In passerella, invece lo sfoggiarono per la prima volta le super modelle Christy Turlington e Naomi Campbell (a destra in foto), proprio in occasione della FW 1992. L’abito era in pelle e si componeva dell’iconico bustier e un’ampia maxi gonna in pelle, sempre impreziosita da dettagli oro.

Anche la meravigliosa Cindy Crawford ha sfoggiato l’intramontabile bondage dress (al centro in foto) proponendolo nella versione a sirena: proprio in occasione dei Grammy, la donna ha ricordato quel momento postando una foto sul suo profilo social.

kaia kim e dualipa bondage dress
Foto da Pinterest e Instagram @cindycrawford

L’abito è passato poi di generazione in generazione. Dopo sua madre Cindy, anche la bellissima Kaia Gerber ha scelto di sfoggiarlo in occasione dei suoi 18 anni. In questo caso, la ragazza ha scelto la versione con minigonna in pelle con spacco.

Anche Kim Kardashian ha proposto il bondage dress in occasione del Met Gala nel 2018. L’influencer ha scelto una versione super mini ed aderente, mettendo così in risalto le sue giunoniche e sensualissime forme.

Infine, passiamo proprio a DuaLipa, che ha reso l’abito che ha fatto la storia degli anni ’90 super moderno, ma sempre inconfondibile. Anche lei ha indossato la versione a sirena del vestito, accompagnandolo a dei gioielli vintage oro dello stesso brand, ovvero una collana choker e alcuni bracciali, da cui pendevano tanti cuori e meduse.

Può interessarti anche