sabato, Maggio 28, 2022

Come lavare la seta senza rovinarla: ecco i consigli che salveranno i vostri capi

Lavare la seta senza rovinarla richiede molta attenzione, a chi non è mai capitato di mettere un capo in lavatrice e dopo di non poterlo più usare? Praticamente a tutte. Per questo bisogna sempre leggere le etichette interne per avere un’idea di come procedere.

Seguendo questi consigli potrai salvare i tuoi capi e non rischiare più di non poterli più indossare. I capi delicati come la seta e il cashmere devono essere lavati con attenzione ma avrai notato sicuramente che anche il cotone, il materiale forse più diffuso, è a rischio se lo lavi in lavatrice a temperature roventi.

Come lavare la seta
Fonte Canva

Sai come lavare la seta senza rovinarla? Questo è un tessuto pregiato e anche molto delicato quindi se hai un capo di questa composizione osserva i simboli del lavaggio: sicuramente sarà sconsigliato inserirli in lavatrice e soprattutto in asciugatrice.

Come lavare e asciugare la seta

Camicette, maglie e in generale ogni capo di seta merita attenzione. Questa fibra deriva dalle proteine dei bachi quindi è un materiale di origine animale. Il tessuto è tanto pregiato quanto delicato e la sua produzione e lavorazione deriva addirittura dalla preistoria. Scopri cosa rende questo materiale unico e pregiato.

Seta
Fonte Canva

In alcuni casi può essere proprio indicato di lavare la seta a secco, in altri casi è possibile con acqua, per questo dipende sempre da quello che è indicato all’interno del capo. Se è espressamente indicato un lavaggio senza l’utilizzo di prodotti ma solo con vapore o materiali secchi allora per non sbagliare meglio rivolgersi ad una lavanderia, in questo modo si evitano disastri domestici.

Nei casi in cui l’etichetta riporti il simbolo del lavaggio a mano, allora è possibile procedere, facendo sempre massima attenzione. Il materiale è molto sensibile ai detergenti quindi assolutamente niente prodotti a base di cloro o candeggina ma nemmeno agenti molto aggressivi. Si rischia di rovinare il capo anche attraverso una decolorazione. Sono banditi anche tutti i prodotti a base di alcol e simili perché la seta si danneggia facilmente. In alcuni casi è possibile procedere con un lavaggio in lavatrice, ma andrebbe sempre evitato, prediligendo quello a mano.

Quindi, prediligi un prodotto delicato come quelli che si usano per i capi destinati ai bambini oppure il sapone di Marsiglia che è sempre perfetto. Immergi il capo in una bacinella con acqua leggermente tiepida (non calda attenzione) poi prendi la saponetta e fai un po’ di schiuma, lascia tutto a bagno per qualche minuto quindi strofina le parti più critiche con leggerezza e infine sciacqua tutto. Una valida alternativa è anche il bicarbonato che serve anche a disinfettare in modo naturale i capi.

Lavaggio seta
Fonte Canva

Infine, attenzione all’asciugatura, il sole è bandito: dopo aver lavato il capo non lo strizzare ma fallo gocciolare nella doccia o nella vasca e poi quando l’acqua in eccesso è caduta sistemalo su un ripiano per farlo asciugare con calma.

Può interessarti anche