sabato, Giugno 25, 2022

Paco Rabanne e quel ‘contrasto che lega’: la sua è una P/E 2022 incandescente

Un’emozionante P/E firmata Paco Rabanne conquista ogni donna in questo 2022: fresca, gioviale, con un gioco di contrasti che funziona e seduce

Sensazionale: nel vero senso della parola. La nuova collezione P/E 2022 firmata Paco Rabanne vede un nuovo volto, una freschissima percezione dell’estate che gioca tramite le forme, vuole conquistare con i colori e porre radici salde al suolo, potendo far fruttare quei piccoli semini piantati con amore e cura. Una linea che lascia sulla pelle tutta la morbidezza del tessuto, in un contesto vitaminico e prezioso, allegro e ispiratore.

p/e 2022 paco rabanne
Credits_canva

In tutta la sfilata si percepisce in qualche modo una dualità netta e ben precisa: ridurre l’eccentrico e impattare le silhouette. Tutte allungate, visibilmente leggiadre, come a voler quasi toccare il cielo focoso del clima estivo che, come ben sappiamo, quest’anno ci lascia tutto il gusto dolce dei colori e dell’energia che ne deriva.

Il gioco di contrasti che si crea tra i modelli in passerella e il contesto scenografico ha contribuito a rendere nel modo più assoluto l’idea di fondo: si può essere chic eliminando il superfluo, puntando sul dettaglio che scotta. E la P/E 2022 Paco Rabanne è davvero infuocata di novità e voglia di osare ancora di più!

Focosa, accesa e impattante: è questa la nuova collezione P/E 2022 Paco Rabanne

In cima al Centro dei Congressi di Monaco, all’Hexa Grace di Victor Vasarely prende vita la nuova collezione Paco Rabanne P/E 2022. Il significato ultimo della collezione è sedurre tramite l’essenziale, ponendo l’attenzione su ciò che conti davvero, su ciò che possa racchiudere tutto il dolce succo di due stagioni autentiche e che fanno innamorare. Questo amore è legato perennemente al contesto, vi è un lavoro comunicativo tra scenario e collezione, tra contesto e lavorazione sartoriale.

hexa grace
Credits_pacorabanne.com

Le opere astratte del Vasarely, le innumerevoli piastrelle sui toni dell’azzurro, dell’arancione e del giallo legano in un contrasto super equilibrato con i modelli scelti e proposti, facendoci percepire nell’immediato quel tipico calore estivo, odiato ma bramato, esotico ma anche mediterraneo.

primavera estate moda 2022
Credits_pacorabanne.com

Julien Dossena, direttore artistico della maison, traduce e reinterpreta il lavoro del Vasarely in un turbine di geometrie, incastonate tra jacquard, sete, lini, maglie e crochet. Continue le stampe floreali, di cui una Miranda Priestly de Il diavolo veste Prada non riconoscerebbe mai come avanguardia, che però funzionano e non discostano da quella semplicità di cui la moda al momento ha fortemente bisogno. I fiori che nonostante siano fatti di solo tessuto appaiono quasi profumati saltano da vesti morbide a pantaloni dritti e poco avvolgenti, arrivando a decorare colletti, orli e fondo maniche.

collezione primavera estate
Credits_pacorabanne.com

La cultura pop è forse la firma più preziose di Julien per Paco Rabanne, che non dimentica gli anni d’oro 60 e 70, con la disco, le paillettes ampie e rigide, la luce catturata dai metalli e dalle reti quasi bondage. Non pensavo solo agli effetti ottici, ma alle sensazioni sinestetiche dell’estate – afferma Dossena – il suono della riva, il Sole che scotta la pelle, la luce che brilla sull’acqua.

collezione paco rabannev
Credits_pacorabanne.com

Queste percezioni interiori di Julien sono immediate sui capi, si avverte tutta la voglia di relax, mare e vacanze hawaiane, ma anche squisitamente italiane sui mari capresi o di dolcissime isole siciliane. Tutto è un continuo riecheggiamento nei confronti dell’estate, di una stagione che libera gli animi, confonde forse un po’ le idee, ma che concede soddisfazioni in termini di amore, seduzione e vestibilità.

new york fashion week
Credits_pacorabanne.com

Sono i maxi gilet, le tuniche di stampo prettamente arabo, le fusioni tra pantaloni palazzo e zuava, le camicie che vogliono comportarsi come mini dress, minigonne che non hanno alcuna intenzione di contenere le gambe, ma forse al contrario, lasciarle respirare. E se il mondo di Paco Rabanne vi ha già convinto, dovrete lasciare alle spalle quanto già conoscete: poiché quello da scoprire è del tutto nuovo e incantevole.

Può interessarti anche