Stasera in tv: “Sotto Copertura”, trama e cast della fiction su Rai

0
124

Stasera in onda la serie tv “Sotto Copertura” su Rai1 con un cast davvero d’eccezione. Ecco cosa aspettarsi dalla puntata di oggi 17 aprile.

Serata all’insegna dell’impegno civile, della lotta criminalità e delle Forze dell’Ordine contro le organizzazioni criminali nel nostro paese con “Sotto Copertura“, la fiction Rai 1 con un cast davvero d’eccezione. In onda oggi 17 aprile, in prima serata alle 21 e 25 circa sul primo canale. La fiction si basa sulla vera cattura del boss Zagaria, personalità di spicco del Clan dei Casalesi per mano della squadra mobile di Napoli e con l’aiuto della magistratura. Ecco cosa aspettarsi dalla puntata di stasera.

Sotto copertura, la puntata di oggi 17 aprile

In onda stasera su Rai 1 intorno alle 21, 25 la serie dedicata alla criminalità organizzata e alla lotta alla camorra. La regia della serie tv, prodotta dalla Rai, porta la firma registica di Giulio Manfredonia per raccontare una pagina importante della lotta alla criminalità nel nostro paese: la lotta al clan dei Casalesi, in particolare l’episodio della cattura di Zagaria, un boss importante della famiglia.

Leggi anche–> Amici, anticipazioni puntata del 17 aprile: ospiti e sfide

Protagonista Claudio Gioè nei panni del capo della squadra mobile di Napoli, Michele Romano superpoliziotto incaricato di seguire il caso Zagaria e il cui lavoro ha portato all’arresto del noto camorrista. Le indagini si concentrano sulla persona di Daniele Turco, che Romano ha capito essere l’assassino di Arturo. Importante anche il lavoro della PM De Simone che sospetta di un coinvolgimento di Romano in affarri di camorra e trova apparentemente delle prove a conferma delle ipotesi.

Leggi anche–> Alessandra Celentano: tutto sulla coreografa e insegnante di Amici

Le aderenze con la storia vera della lotta al clan dei casalesi sono molte, a partire dai luoghi in cui la fiction è stata girata che sono spesso originali come la vera dimora-bunker in cui ha latitato Zagaria. Per il regista, Manfredonia, è stata una vera emozione poter girare le scene nel vero bunker del bosso.