Ingenuity, il drone su Marte ha volato per la prima volta FOTO

0
101

Perseverance, rover della Nasa atterrato su Marte a febbraio 2021, ha portato con sé il piccolo Ingenuity. Ora è avvenuto il suo primo volo.

Ingenuity in una rappresentazione artistica
Ingenuity in una rappresentazione artistica Foto Nasa

Ingenuity, il drone costruito dalla Nasa ed arrivato su Marte assieme al rover Perseverance, ha compiuto un volo di test nei cieli del Pianeta Rosso, nel corso della mattinata di lunedì 19 aprile 2021. Il tutto è durato 60 metri, per una distanza certamente non rilevante dal punto di vista della quantità.

Leggi anche –> Ps5, Sony pensa all’ambiente: la confezione della consolle è completamente riciclabile

Ma lo è enormemente da quello scientifico. La stessa Nasa ha emesso un comunicato ufficiale rendendo nota la notizia anche sui propri profili social ufficiali. Curiosamente, la notizia riguardo alla buona riuscita dell’esperimento è giunta soltanto a distanza di ore.

Infatti era sopraggiunto un ritardo nel trasferimento dei dati da Marte alla Terra. Per circa mezzo minuto Ingenuity è rimasto sospeso ad una altezza di tre metri, prima di scendere toccando il suolo marziano. Il drone è costituito da due rotori che funzionano ruotando in direzioni opposte.

Quello di oggi è solo il primo di una serie di diversi altri voli previsti già a partire dalle prossime settimane. E che saranno progressivamente più impegnativi. Fra Marte e la Terra ci sono molte differenze, ad esempio per quanto riguarda la forza di gravità e l’atmosfera. La prima è meno intensa, essendo il quarto pianeta in ordine di distanza dal Sole più piccolo di dimensioni rispetto a dove viviamo noi.

Leggi anche –> Ps5 inarrivabile: è la consolle venduta più rapidamente della storia

Ingenuity, il tweet della Nasa: un risultato storico

Essa è pari ad un terzo di quella terrestre. E pure l’atmosfera differisce, essendo circa 100 volte più sottile. Riguardo alle misure di Ingenuity, il drone è alto mezzo metro, pesa 1,8 kg sulla Terra ma appena 0,86 kg su Marte. Non sono montati strumenti scientifici sul piccolo robot volante, che la Nasa ha però voluto portare lì per delle osservazioni dirette sul comportamento in volo e sulla capacità di interagire con l’ambiente marziano.

Ed in particolare con le rigide temperature notturne che arrivano ad una temperatura di -90°. Una bella curiosità consiste nel fatto che sul drone sia stato posizionato un piccolo pezzetto della tela che andò a costituire l’aeroplano costruito dai fratelli Wright. Si tratta a tutti gli effetti del primo mezzo volante motorizzato della storia e governato da un pilota, costruito dall’uomo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Avvenne il 17 dicembre 1903. Perseverance ed il suo drone di accompagnamento sono sbarcati su Marte il 18 febbraio 2021 dopo un viaggio durato 8 mesi ed un progetto cominciato nel 2015. Proprio nell’anno in cui, a sua volta, la sonda New Horizons aveva compiuto un passaggio ravvicinatissimo sul lontanissimo Plutone.

In quella circostanza la durata del viaggio fu di 9 anni. Attualmente la New Horizons è diretta verso la Fascia di Kuiper e dovrebbe raggiungere una distanza di 100 Unità Astronomiche dal Sole nel 2038.

Ripresa di Perseverance su Marte
Ripresa di Perseverance su Marte Foto dal web