Superlega, l’equivoco Napoli e Roma: cosa ha detto Perez

0
187

Nessun invito alla Superlega per Napoli e Roma. Il presidente del Real Madrid e della nuova lega ha detto una cosa diversa

Muller, Superlega

La Superlega sta facendo tanto rumore nel mondo del calcio, e non solo. L’iniziativa sta provocando dichiarazioni a catena da parte dei protagonisti della grande giostra del pallone. Parole forti sono arrivate anche dal mondo della politica europea, da Johnson a Macron per finire a Mario Draghi. Dodici club contro tutti, contro i loro stessi tifosi che non sembrano felici di questa iniziativa. I fan del Liverpool hanno già esposto striscioni di protesta all’esterno dell’Anfield mentre il loro allenatore, Klopp, ha minacciato le dimissioni dal club se realmente prenderà parte al torneo privato voluto dalle cosiddette grandi. Alla stampa spagnola ha preso parola anche il presidente del Real Madrid e della nuova associazione dei 12 club, Florentino Perez. Il presidente è stato protagonista di un equivoco, o forse una cattiva interpretazione qui in Italia.

Superlega, nessun invito per Napoli e Roma

Perez non ha mai parlato di inserire nella superlega Napoli e Roma. Il presidente ha soltanto affermato che Napoli e Roma potrebbero rientrare tra le cinque che ogni hanno saranno invitate a prendere parte al torneo dei presunti “ricchi”. Cade, quindi, una notizia che aveva fatto tribolare il mondo del calcio italiano per tutta la mattinata. Una testata nazionale si anche sbilanciata affermando che rappresentanti di JP Morgan avrebbero contattato il presidente del Napoli De Laurentiis per invitare anche gli azzurri. Meno di un’ora fa, tuttavia, è arrivata la secca smentita del produttore attraverso un tweet.

Leggi anche > Stasera in tv Cartabianca

Il patron del Napoli ha smentito contatti notturni: “JP… chi? La scorsa notte dormivo”ha scritto il produttore cinematografico nonchè presidente del Napoli. Dopo l’infuocata riunione di Lega di ieri, dove Cairo e Agnelli sembrano essere andati allo scontro, e le varie dichiarazioni istituzionali contrariate, è legittimo avere un comportamento attendista.

Leggi anche > Superlega, la posizione di Draghi

Florentino Perez Superlega
Florentino Perez