Ps5, il presidente Jim Ryan assicura: “Ci saranno più esclusive che in passato”

0
243

Il presidente di Sony Interactive Entertainment rassicura i videogiocatori fidelizzati che Ps5 avrà più esclusive delle consolle precedenti.

Sebbene in questi mesi Microsoft abbia rubato la scena mediatica e giornalistica a suon di acquisizioni che da sole indicano un aumento cospicuo delle esclusive per Xbox, Sony sembra non essere da meno da questo punto di vista. La compagnia nipponica non aveva bisogno di numerose acquisizioni visto che l’organico interno prevedeva già un buon numero di software house, ma dopo il colpo Bethesda ha chiarito agli appassionati e agli investitori che nel futuro potrebbero essere incluse in squadra altre software house.

Nel frattempo sono stati stanziati dei fondi per l’acquisto di titoli esclusivi sviluppati dalle terze parti. Insomma Sony sta investendo oltre che nei team interni anche in accordi di sviluppo esclusivo di ip proprietarie da parte di team esterni. Qualcosa di molto simile a quanto successo con Spiderman o l’imminente Returnal di Housemarque. Insomma il focus di Sony rimane sulle esclusive con un attenzione ancora più marcata sulla qualità del singolo prodotto. La compagnia, insomma, non vuole solo fornire tanti giochi alla sua community, ma anche delle esperienze che possano lasciare il segno e rafforzare ancora di più il brand Playstation come sinonimo di qualità.

Ps5, Jim Ryan fa felici i videogiocatori: “Più esclusive che in passato”

La conferma di quanto vi stiamo dicendo è arrivata per voce del presidente di Sony Interctive Entertainment in un’intervista rilasciata alla rivista specializzata Nikkei. Jim Ryan ha spiegato ai giornalisti giapponesi: “Abbiamo continuato ad investire silenziosamente ma anche con grande convinzione su giochi di alta qualità per PlayStation e ci assicureremo che la generazione PS5 abbia più esclusive di quante se ne siano viste prima su PlayStation”.

Leggi anche ->Ps5 è introvabile: a fine aprile giungeranno altre consolle?

Focus sulle esclusive, dunque, ma anche un occhio a possibili acquisizioni per rimpolpare il numero dei team interni: “Ci siamo impegnati in fusioni e acquisizioni diverse volte in passato, come con Insomniac Games, dunque non escludiamo la possibilità di effettuarne altre in futuro”. Futuro nel quale Sony cerca di investire su diversi ambiti. Di recente è stato confermato il supporto alla realtà virtuale e annunciato l’arrivo di PsVr di nuova generazione. La compagnia ha anche investito nel progetto di Metaverso di Epic Games, compagnia con cui Sony ha stretto molto i rapporti di recente (lo stesso è accaduto anche con Valve anche se la cosa è meno netta e visibile).

Leggi anche ->Ps5, continua l’iniziativa Play at home: nuovi giochi gratuiti in arrivo

Infine la compagnia nipponica sta investendo anche nel cloud gaming. Sony ha lanciato il proprio servizio di cloud gaming già nel 2013 (Il Ps Now), ma l’infrastruttura utilizzata finora non ha garantito la fluidità di gioco necessaria a renderlo godibile come un’esperienza hardware. Per potenziare il servizio Sony si è appoggiata all’infrastruttura Azure di Microsoft e lavora sotto traccia per annunciare le feature del proprio servizio quando sarà il momento. A tal proposito Ryan infatti ha dichiarato:

“La conversazione sullo scambio di idee è in corso. Sono argomenti estremamente interessanti e spero di poter annunciare la nostra strategia sul cloud al momento giusto. Sebbene utilizziamo il cloud per la nostra infrastruttura tecnica, l’esperienza di gioco su cloud gaming che offriremo sarà unica per PlayStation”.