De Luca annuncia novità sulla tessera vaccinale e attacca: “Il governo dorme in piedi”

0
85

De Luca in diretta facebook attacca l’esecutivo: “Vaccini, il governo dorme in piedi”. Poi la novità sulla tessera

Campania il governatore Vincenzo De Luca
Campania il governatore Vincenzo De Luca FOTO Getty Images

“Il governo dorme in piedi”. Parte forte l’attacco del governatore della Campania Vincenzo De Luca nei confronti dell’esecutivo guidato da Mario Draghi. Il presidente campano fa riferimento ai vaccini mancanti alla Campania come già anticipato nelle settimane precedenti sempre alle dirette facebook, e attacca. Repubblica ha ripreso le parole dalla diretta: “Perché dormite in piedi? Perché non chiedete all’Aifa di valutare Sputnik?. La Campania ha 200 mila vaccini in meno, è un atto di delinquenza politica”. Poi un riferimento anche all’abbigliamento militare che il neo commissario utilizza anche nelle uscite pubbliche nella nuova veste: “A Figliuolo consiglio di andare in giro in abiti civili e non militari: perché ha funzioni civili, perché rischia di scaricare sulle forze armate la polemica politica e questo è sbagliato”.

De Luca attacca su scuola e vaccini

Poi il governatore attacca anche sulla scuola in presenza. Il fatto che manchi un mese dalla fine dell’anno scolastico, secondo De Luca avrebbe dovuto suggerire al governo di evitare la scuola in presenza a tutti, sviscerando i dati sui contagi dell’Asl Napoli 1 della prima settimana di apertura nelle scuole: “Ho chiesto ai dirigenti di limitarsi al 50 per cento se non ci sono le condizioni di sicurezza. L’anno scolastico è saltato, nulla è cambiato sia nel distanziamento nelle classi sia nei trasporti. Lo stesso governo aveva chiesto di bloccare la vaccinazione del personale scolastico, ma almeno in Campania non lo abbiamo fatto. Dall’11 a 18 aprile l’Asl Napoli 1 ci sono stati 189 casi positivi tra gli alunni e 3.000 persone in isolamento per i contatti che si sono verificati in ambito scolastico, con 470 familiari positivi”.

Leggi anche > Boldrini dimessa dall’ospedale

Un duro attacco anche sul caso dell’apertura della scuola che il governatore giudica ideologico. Secondo il governatore andava aperta solo per le quinte superiori e le prime.

 

Scuola

 

 

.