Loretta Goggi, chi era il marito Gianni Brezza: ballerino e coreografo

0
92

Gianni Brezza è stato il grande amore di Loretta Goggi, oltre che un celebre ballerino. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lui. 

Indimenticabile primo ballerino in storiche trasmissioni Rai come Canzonissima, Studio Uno, Milleluci, Gianni Brezza è stato anche un bravo coreografo, regista e attore. Lui e Loretta Goggi si conobbero proprio negli studi televisivi a fine anni ’70. Il loro fu un amore delicato, sobrio, mai gridato, ma al tempo stesso intenso e profondo, vissuto anche e soprattutto sui palchi dei teatri e negli studi televisivi. Conosciamo più da vicino l’artista purtroppo prematuramente scomparso.

L’identikit di Gianni Brezza

Gianni Brezza nacque a Pola (Croazia) il 9 novembre 1937, ma a seguito dell’esodo istriano si trasferì a La Spezia, e di lì a Roma, dove intraprese l’attività artistica negli anni Sessanta. Diventò primo ballerino del corpo di ballo della Rai e lavorò nei principali programmi dell’emittente pubblica degli anni Sessanta e Settanta: ricordiamo in particolare Canzonissima, Studio Uno e Milleluci.

Leggi anche –> Loretta Goggi, il marito Gianni morto troppo presto: un dolore atroce 

Tra i tanti artisti e personaggi del mondo dello spettacolo con cui Gianni Brezza ha collaborato nel corso della sua lunga e brillante carriera vale la pena di menzionare Mina, Raffaella Carrà, Sandra Mondaini, Sylvie Vartan, Lola Falana, oltre naturalmente a Loretta Goggi.

Leggi anche –> Stasera in tv – Top Dieci: ospiti e anticipazioni, oggi 23 aprile

Successivamente, lasciata la danza per problemi di salute e per la sopraggiunta età, Gianni Brezza è stato anche un valente coreografo, attore (basti ricordare il celebre sodalizio con Rita Pavone) e regista, dedicandosi in particolare a progetti teatrali e televisivi con la moglie Loretta (i due si sono sposati il 26 aprile 2008 dopo una convivenza quasi trentennale). Si è spento purtroppo a Roma il 5 aprile 2011, a causa delle complicanze di un grave tumore, e riposa nel cimitero capitolino di Prima Porta.