Decreto riaperture, no ai centri commerciali aperti nei weekend

0
455

Decreto riaperture. Marcia indietro sulle riaperture dei centri commerciali. No alle aperture nei weekend. Ecco cosa sapere. 

La Gazzetta Ufficiale parla chiaro, niente riaperture nel fine settimana per i centri commerciali. Una decisione che fa storcere il naso a tutti coloro che speravano in un graduale ritorno alla normalità.

Una decisione che ha lasciato tutti a bocca aperta dato che invece le bozze avevano previsto questa possibilità. Vediamo maggiori dettagli.

Decreto Riaperture: ecco che cos’è successo

Uno stop che in pochi si aspettavano. I centri commerciali, i parchi commerciali e le strutture analoghe dovranno rimanere chiusi nel fine settimana. A quanto sembra, l’idea che era contenuta nella bozza non è stata presa in considerazione. Quest’ultima prevedeva la possibilità di tenere aperto a partire dal 15 maggio.

Leggi anche -> Nuovo vaccino Covid, in Italia da giugno: cos’è e come funziona

Il decreto legge Covid sancisce graduali riaperture dal 26 aprile. Il Governo è già pronto a fornire ulteriori chiarimenti alle Regioni, ma tutto dovrà sempre sottostare ai dati. Ogni quindici giorni si faranno delle verifiche per decidere altre riaperture. Saranno proprio queste statistiche ad influire ad esempio sul coprifuoco che potrebbe non durare fino al 31 luglio.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le riaperture sono state oggetto di dibatti soprattutto delle Regioni. “Abbiamo proposto un confronto diretto ieri nella lettera, se il presidente lo ritenesse opportuno siamo a disposizione per spiegare le nostre ragioni e dire come secondo noi potrebbe migliorare il decreto” ha dichiarato Massimiliano Fedriga, presidente della Conferenza delle Regioni.

Leggi anche -> Parto con Covid, bimbo nasce da madre intubata da oltre un mese

Per quanto riguarda la chiusura dei centri commerciali nel weekend ha parlato anche Alberto Frausin, il presidente di Federdistribuzione. “E’ una scelta inaspettata e senza alcuna spiegazione” ha affermato. Non resta che vedere se ci saranno delle nuove modifiche e o se la situazione rimarrà invariata. Sicuramente ci saranno aggiornamenti nei prossimi giorni, ma al momento la situazione rimarrà così.