Gianluca Gazzoli, il defibrillatore nel petto che gli ha salvato la vita

0
565

Lo speaker di radio Deejay Gianluca Gazzoli ha pubblicato il libro Scosse – la mia vita a cuore libero, in cui racconta la sua aritmia

Gianluca Gazzoli

Lo speaker radiofonico, conduttore televisivo, influencer e videomaker Gianluca Gazzoli a soli 32 anni sembra aver già vinto alla lotteria della vita. Una carriera affermata, un lavoro che gli piace, sposato con una donna che ama e da cui ha avuto una bellissima bambina, Rachele. Nonostante le tantissime cose da fare che gli riempiono le giornale, sembra aver vissuto una vita piuttosto serena. Ma le apparenze a volte ingannano: infatti Gianluca Gazzoli quando era un ragazzino ha avuto dei problemi di salute. A quindici anni, un’età in cui i ragazzi vorrebbero solo divertirsi, ha iniziato a soffrire di gravi aritmie ventricolari. Per chi non sapesse di cosa si sta parlando, sono alterazioni del normale ritmo di contrazione del cuore: i battiti non erano quelli consueti. Per 17 anni non ne ha parlato in pubblico, poi ha deciso di scriverne e così ha pubblicato Scosse – la mia vita a cuore libero.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Verissimo, ospiti e anticipazioni di oggi sabato 24 aprile

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gianluca Gazzoli (@gianlucagazzoli)

La storia di Gianluca Gazzoli e la forza di raccontarsi dopo 17 anni

Soffrire di aritmia ventricolare a 15 anni (ma in realtà a qualsiasi età) non dev’essere proprio una passeggiata. Il cuore inizia a battere all’impazzata, poi si ferma per qualche secondo e poi riprende il suo ritmo. Se non curata, una problematica di questo genere può addirittura causare la morte di chi ne soffre. C’è un’unica via di fuga da una vita di questo tipo e passa attraverso un’operazione per impiantare nel petto un defibrillatore. Questo, ogni volta che il cuore inizia a fare le bizze, rilascia delle scariche elettriche che ne ristabiliscono il corretto andamento.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Don Davide Banzato, chi è il sacerdote: età, carriera, social e foto

Diciassette anni è il tempo che ci è voluto a Gianluca Gazzoli per farsi coraggio e raccontarsi. Da questo suo bisogno di spiegare la sua storia nasce Scosse – la mia vita a cuore libero: il suo libro uscito il 14 di aprile. Ma perché aspettare così tanto? “Per una forma di pudore. Quando ero più piccolo non volevo far vedere agli altri la mia debolezza né volevo sentirmi diverso. Non volevo mostrare a nessuno questa cosa e non dare spiegazioni. Poi crescendo anche per il tipo di percorso che ho voluto fare nel mondo dell’intrattenimento non volevo che si pensassi che volessi utilizzare questa storia per ottenere compassione dagli altri e sentirmi ‘speciale’. Più passava il tempo e più condividevo la mia vita sui social con la volontà di voler essere un esempio positivo e i feebdack che ricevevo erano importanti. Poi ho fatto un ragionamento sulla mia storia e ho iniziato a parlarne con alcune persone a me vicine e mi si è aperto un mondo. Ho capito che potevo dirlo e condividere la mia esperienza di vita. Forse anche il fatto di essere papà mi ha fatto capire di avere consapevolezze e responsabilità”.

gianluca gazzoli