Pippo Baudo, tre operazioni chirurgiche in poco tempo: cosa è successo

0
934

Un racconto ricco di emozioni per il celebre presentatore Pippo Baudo: dalle tre operazioni a tutta la sua sofferenza vissuta

pippo baudo problemi

Pippo Baudo è stato uno dei presentatori più celebri e amati dal pubblico italiano. Il conduttore televisivo ha fatto la storia della tv italiana, ma ha dovuto attraversare anche periodi difficili durante la sua vita. Così qualche tempo fa ai colleghi di “Ok Salute e Benessere” si è confidato svelando tutte le sue problematiche arrivate anche ad inizio carriera: “Stempiato dall’età di 20 anni, sentivo che mi mancasse qualcosa. Un calvo sente di avere qualcosa in meno, una questione di immagine professionale. Non avere capelli in tv invecchia”. Poi ha aggiunto: “La mia alopecia è familiare. È un’eredità di mia madre, che mi ha lasciato con una chioma precaria a differenza di mio padre. Pensavo di indossare sempre il parrucchino, poi ho scoperto la possibilità di fare il trapianto di capelli. E così ho fatto tre operazioni”.

Leggi anche -> Rita Dalla Chiesa risponde a Katia Ricciarelli dopo gli insulti

Successivamente lo stesso Baudo ha rivelato: “Al primo intervento ho incontrato anche Elton John. Era il 1980 con una tecnica nata in Francia dal professor Puthod e così sono andato da lui e nel suo studio c’erano due cantanti: Charles Aznavour ed Elton John”.

Pippo Baudo, il racconto delle tre operazioni

Leggi anche –> Katia Ricciarelli, gravissima offesa a Rita Dalla Chiesa: “A letto con tutti”

Lo stesso Pippo Baudo ha raccontato tutti i dettagli dell’operazione: “Il primo intervento è stato molto doloroso. La tecnica consisteva in lembi di cuoio capelluto ancora ricco di bulbi piliferi e impiantarli nelle zone della testa più nude. Così ho trascorso tre-quattro notti di sofferenza. I risultati non si videro del tutto”. Infine, lo stesso presentatore italiano si è affidato ad un professore di Roma: “Mi sono rivolto a lui per il mio secondo intervento di autotrapianto. Dopo alcuni giorni accarezzavo quelle piccole parti di capelli che erano state trapiantate e poi tutto caduto. Allora pensai che fosse andato male, ma dopo qualche settimana iniziarono a crescere nuovi capelli più forti”.

Pippo Baudo