Taro Daniel: chi è l’avversario di Berrettini in semifinale a Belgrado

0
128

La carriera del tennista giapponese Taro Daniel: chi è l’avversario di Matteo Berrettini in semifinale a Belgrado.

(Paul Miller/Getty Images)

Nella semifinale dell’ATP di Belgrado, che si gioca sulla terra battuta, sarà il giapponese Taro Daniel l’avversario del numero 10 al mondo Matteo Berrettini. Dopo la vittoria su Filip Krajinovic, numero 33 al mondo, dunque per il romano una prova almeno sulla carta più agevole. Infatti, il tennista nipponico è attualmente il numero 126 al mondo.

Leggi anche —> ATP Belgrado: Berrettini batte Krajinovic, domani semifinale

Nei quarti, ha battuto un po’ a sorpresa l’argentino Federico Delbonis, numero 84 al mondo, dopo essere partito malissimo nel primo set, poi lasciato all’avversario più quotato e semifinalista dell’ATP di Santiago del mese scorso. Il giapponese classe 1993, dunque, ha poi rimontato con un eccellente secondo set vinto sei a uno e quindi si è imposto per sette a cinque nel terzo.

Leggi anche —> Jannik Sinner, chi è il tennista italiano: età, carriera, foto

Chi è il tennista Taro Daniel: per lui un’impresa la semifinale di Belgrado

E pensare che la settimana di Belgrado per il nipponico era iniziata in salita: battuto Miladinovic nelle qualificazioni, aveva poi perso il successivo match contro il nostro Gianluca Mager. Ammesso ai sedicesimi, ha avuto la meglio anche di Sousa e Millman, prima di trovarsi di fronte a Delbonis. Negli ultimi anni, il tennista giapponese non aveva rimediato buoni risultati: aveva vinto solo due partite di main draw agli eventi dell’ATP Tour dall’inizio della stagione 2020.

Invece, in passato era stato anche il numero 64 al mondo e aveva raggiunto alcuni risultati di rilievo. Ha giocato un paio di semifinali in tour nel 2018 arrivando anche fino alla finale dell’ATP 250 di Istanbul, che poi ha vinto contro il tunisino Malek Jaziri. Nel suo palmares, in singolare, ci sono anche tre finali vinte nel circuito Challenger, la prima in assoluto a Vercelli contro l’azzurro Filippo Volandri, nel 2015.