Vite al limite, la terribile storia di Cindy: com’era e quanto pesa oggi

0
627

Cindy Vela è la protagonista di una delle puntate più toccanti di Vite al limite. La sua è una storia terribile, tutt’altro che vicina al lieto fine.  

Cindy Vela è una delle più memorabili protagoniste della docuserie di Real Time Vite al limite, in onda sul canale 31 del digitale terrestre. Come tanti altri concorrenti, anche lei si era decisa a dimagrire per sottoporsi al delicato intervento di bypass gastrico effettuato dal Dottor Nowzaradan. La strada, però, è stata molto più lunga e tortuosa del previsto.

La trasformazione di Cindy Vela

La storia di Cindy Vela è tra le più dolorose delle tante raccontate da Vite al limite. La donna, residente a Portland, in Texas, si è presentata nella clinica di Houston a 45 anni. In tasca ha un diploma alla Gregory Portland High School e soffre di obesità da quando era una bambina.

Leggi anche –> Vite al limite, il cambiamento di Kenae: com’è diventata oggi 

A 10 anni Cindy Vela pesava già 60 kg, e a 30 aveva raggiunto i 230 kg per arrivare a sfiorare i 300 quando ha deciso di provare a dimagrire. Impossibilitata a muoversi da sola, e dipendente dalla badante Denise per ogni funzione vitale, era molto motivata a perdere peso, ma forse non abbastanza preparata alle difficoltà che avrebbe dovuto affrontare. Il suo percorso, infatti, è tutt’altro che in discesa.

Leggi anche –> Vite al limite, la metamorfosi di Samantha: quanto pesava e com’è oggi

Quello di Cindy Vela è stato uno dei casi più difficili affrontati da Vite al limite. All’inizio dell’anno scorso la donna aveva fatto sapere di essere stata ricoverata in ospedale a causa di difficoltà respiratorie dovute al suo peso. Ultimamente ha dato altre notizie di sé postando un video su Facebook: la sua battaglia con l’obesità è tutt’altro che superata e le sue condizioni sembrano essersi ancor più aggravate, complici i livelli di ossigenazione sempre più bassi, tanto da richiedere un nuovo ricovero in ospedale. La speranza è che il lieto fine sia più vicino di quanto non appaia.