Wilma Goich ricorda la morte della figlia Susanna: se ne è andata in un mese

0
1410

“Tutto è successo in un mese”. Wilma Goich parla del dolore provato per la morte della figlia Susanna Vianello a soli 49 anni.

“Una persona sorridente, canterina, piena di vita”: così era Susanna, figlia di Wilma Goich ed Edoardo Vianello. “Le hanno diagnosticato un tumore, è successo tutto in un mese”. Per un genitore non c’è nulla di peggio di perdere un figlio: a distanza di un anno dalla morte di Susanna, sua madre Wilma Goich ha deciso di ricordarla parlando della sua vita a Domenica Live.

Leggi anche -> Al Bano e Romina Power, la clamorosa novità dal prossimo autunno

“A un certo punto ha detto ‘Ho lo sciatica’. Non era sciatica” ha spiegato la Goich nel salotto del programma. “L’abbiamo ricoverata e dopo una settimana non c’era più. Così improvvisamente. Le hanno diagnosticato il tumore al polmone. Il dottore appena ha visto la tac, le ha dato tre o quattro mesi di vita. Edoardo lo sapeva. Né io né lei sapevamo nulla. Immagino il dolore di Edoardo”.

“Parlo con lei”

Oggi il figlio di Susanna ha 23 anni e vive con la nonna. “In questo momento sta soffrendo moltissimo, come soffro io” ha raccontato Wilma Goich. “Quando parliamo, parliamo di mamma come se ci fosse. Quando cucino, parlo con lei. Ci sono dei momenti in cui piango, altri in cui rido”. Ad aiutarla in questo momento difficile c’è il padre di Susanna, Edoardo Vianello. “Ci vediamo al cimitero, parliamo davanti alla tomba di Susanna, come se lei fosse lì. L’unica cosa che non riesco a fare ora è cantare; può darsi che, andando avanti, mi torni la voglia. Inizio a cantare e mi blocco”.

Leggi anche -> Barbara D’Urso abbandonata dalla storica amica: mai più in trasmissione

Quando Barbara D’Urso le ha chiesto se si sentisse in colpa, Wilma Goich ha risposto di sì. “Mia figlia alla fine non riusciva a usare il telefono. Tre giorni prima che mancasse, mi ha mandato un messaggio vocale. L’ho conservato. Ogni tanto lo sento e piango. Lei mi aspettava, sono sempre stata la sua forza ma lei non sa che era la mia”.