Al Bano, la durissima protesta lascia tutti senza parole: “Ora basta”

0
699

Al Bano è sceso in piazza a Napoli, lasciando tutti a bocca aperta. Leggiamo insieme qualcosa in più sulla durissima protesta del cantante.

Il celebre artista italiano Al Bano Carrisi ha lasciato tutti senza parole. L’uomo è sceso in piazza a Napoli davanti agli occhi increduli di tutti i suoi fan. Il cantante si è unito ai sindaci del Sud in Piazza del Plebiscito per protestare. Scopriamo insieme tutto quello che è successo.

Era in prima fila a Napoli Carrisi, fianco a fianco con i sindaci del Sud in Piazza del Plebiscito. La protesta contro il Recovery Plan alla quale ha preso parte il cantante ha in pochissime ore fatto il giro del web e sorpreso letteralmente tutti. L’artista si è dimostrato in ogni caso più serio e determinato che mai, contrario al fondo speciale e alla ripartizione delle risorse che favorirebbe il Nord Italia e che il nuovo Governo è intenzionato a realizzare per rilanciare efficacemente il nostro paese.

Leggi anche->Al Bano e Romina Power, la clamorosa novità dal prossimo autunno

“Noi non siamo fanalino di coda di nessuna nazione, siamo parte integrante e vogliamo difendere i nostri doveri e i nostri diritti.” ha dichiarato Carrisi, carico di energia e di enfasi. “Se siamo qui è perché la questione meridionale non è ancora risolta. Il Nord senza il Sud non può vivere, grazie all’emigrazione dal Sud hanno vissuto anni straordinari e altrettanti gliene auguro, ma al Sud non pensiamo solo al solo o al bel mare, siamo qui anche per creare qualcosa di importante, come successo molti anni fa durante il periodo del Regno delle Due Sicilie”.

Leggi anche->Al Bano, il dettaglio che nessuno sapeva: “Deve tutto a lui”

Al bano Carrisi scende in piazza: la protesta contro il Recovery Plan

Il celebre artista italiano Al Bano Carrisi è dunque sceso in piazza a Napoli al fianco di circa ottanta primi cittadini, provenienti dalle regioni del Sud Italia. I manifestanti si sono ritrovati in Piazza del Plebiscito, protestando contro il Recovey Plan e rispondendo con il loro appello Recovery Sud. La questione meridionale per il cantante non è ancora risolta ed è necessario lavorare duramente per colmare il gap. La ripartizione delle risorse a sfavore del sud non è secondo lui la scelta giusta da compiere da parte del Governo, e lo ha infatti dichiarato chiaro e tondo durante la sua protesta.