Maria De Filippi, sfuriata mai vista ad Amici: “Non avete rispetto”

0
761

Maria De Filippi è la conduttrice calma e pacata per antonomasia. Se si tira troppo la corda, però, anche lei perde la pazienza. E lo ha appena dimostrato… 

Guai a fare tardi con Maria De Filippi. Nell’odierno daytime di Amici 2021 era in programma una gara con il televoto tra gli allievi. La produzione aveva convocato in studio cantanti e ballerini, ma sono arrivati puntuali solo i quattro del canto: Giulia, Alessandro e Serena erano in clamoroso ritardo: oltre un’ora. Al che la conduttrice non ci ha visto più.

L’accusa di Maria De Filippi ai ballerini di Amici

I ballerini di Amici erano in sala relax e stavano finendo di prepararsi, in più alcuni avevano dimenticato vestiti o oggetti di scena, per cui sono tornati alla “base” a prenderli. Si sono preparati con tutta calma, mentre Samuele era già in sala relax ad aspettare i suoi colleghi, così come i cantanti hanno aspettato in studio. Un comportamento che ha molto irritato Maria De Filippi (e non solo).

Leggi anche –> Lorella Boccia, chi è il volto tv ex di Amici: carriera, marito, figli

Quando la conduttrice si è collegata con i cantanti per invitarli a prepararsi per la gara col televoto, non ha potuto fare a meno di lanciare un rimprovero ai ritardatari: “I ballerini non la fanno perché non hanno rispetto dei tempi della produzione”. “La vostra gara è annullata – ha poi chiarito -. Vi è stato detto all’una e mezza di andare in sala relax portandovi le vostre cose e non le avete portate. Esistono degli orari, esiste uno studio convocato e dei cameraman. Voi dovete imparare ad avere rispetto delle persone, quindi tornate a casa con le vostre cose”.

Leggi anche –> Antonella Clerici, il messaggio per il compagno Vittorio lascia senza parole

Samuele era l’unico pronto in orario, ma ha dovuto aspettare gli altri e ha perso l’opportunità di fare la gara. A lui Maria ha detto: “Mi dispiace per i tuoi compagni, però è importante che si capisca. Della punizione mi interessa poco, credo in altre cose. Però è importante che capiscano che non c’è uno studio che li deve aspettare, devono avere rispetto degli orari. Mi fa tenerezza vederli che stanno sulle gradinate con la faccia affranta”. “Non c’è bisogno di scuse, a me basta solo che abbiano capito”, ha concluso. A buon intenditore.