Luca Bottura, chi è lo scrittore e giornalista ospite di Propaganda Live

0
98

Carriera e curiosità su Luca Bottura, chi è lo scrittore e giornalista ospite di Propaganda Live, cosa sapere su di lui.

(screenshot video)

Bolognese classe 1967, oltre che giornalista e scrittore molto apprezzato, Luca Bottura è uno degli autori satirici più amati d’Italia. Ha collaborato per il Corriere della Sera curando la rubrica satirica settimanale a tema sportivo Makaroni. Quindi ha scritto anche per l’inserto settimanale Sette del quotidiano di via Solferino.

Leggi anche -> Fabio Celenza, chi è il doppiatore di Propaganda Live

Si occupa degli argomenti più disparati e ha collaborato con l’Unità, lavorando quindi per Cuore, settimanale satirico di cui è stato redattore dal 1992 al 1995. All’epoca la rivista satirica era diretta da Michele Serra, con cui ha avuto un rapporto molto forte di collaborazione. Tra i suoi scritti, Mission to Marx – dizionario satirico della sinistra.

Leggi anche -> Andrea Pennacchi, chi è l’attore teatrale di Propaganda Live

Cosa sapere su Luca Bottura, ospite di Propaganda Live

“Buonisti un cazzo”, edito da Feltrinelli è invece il suo ultimo libro. Dopo Cuore, ha scritto Non avrai altro Cuore all’infuori di me, edito da Rizzoli, nel frattempo ha lavorato in radio per Radiodue e Play Radio, ora Virgin Radio, quindi per Radio Capital. Qui ha condotto la rassegna stampa satirica Lateral. Nel frattempo, inizia anche a lavorare in televisione, nelle vesti di autore: l’esordio è datato 2001 con il programma 125 milioni di cazzate, condotto da Adriano Celentano su Raiuno.

Per diversi anni, collabora come autore con Gene Gnocchi, a partire dal Dopofestival a Sanremo del 2002. Due anni dopo, è autore del Festival di Sanremo condotto da Simona Ventura. Quindi ottiene una serie di collaborazioni sempre nelle vesti di autore per Geppi Cucciari, Maurizio Crozza ed Enrico Bertolino, per citarne alcuni, fino a firmare il Quasi TG di Rocco Tanica. Autore anche di teatro, lunga è la sua collaborazione oltre che con Radio Capital, anche con il quotidiano ‘La Repubblica’, conclusasi a dicembre 2020.