Arisa, tutta la verità sul fidanzato: “E’ stato con un ragazzo”

0
846

Arisa ha deciso di raccontare a 360 gradi la sua relazione con Andrea Di Carlo, manager e autore televisivo e suo futuro sposo, anche a costo di scandalizzare qualcuno…  

Gli impegni e le soddisfazioni professionali, il suo percorso di maturazione artistica e personale, ma soprattutto la sua relazione con Andrea Di Carlo, manager e autore televisivo. Di tutto questo Arisa, famosissima cantante e “prof.” di Amici, ha parlato in una lunga intervista a Io Donna, l’inserto femminile del Corriere della Sera.

Arisa, Andrea e l’altro

Arisa e Andrea, insieme dalla scorsa estate, si erano mollati qualche mese fa ma di recente hanno ricucito il loro rapporto. Oggi la love story procede a gonfie vele tanto che il matrimonio è confermato nei loro progetti futuri. Arisa però ha voluto fare una confessione importante sul fidanzato: l’agente in carriera ha amato per un periodo un ragazzo.

“Aveva avuto un fidanzato per molto tempo, ma la cosa non mi ha fatto paura – ha spiegato la ‘prof.’ di Amici -. So che sono di passaggio su questa terra, per cui la vita voglio viverla appieno. Quando parliamo della sessualità, siamo tutti filosofi, tutti bravi a dire che l’amore non ha se**o, ma quando arriva il tuo momento, che fai? Ti tiri indietro?”.

Leggi anche –> Arisa, lo sfogo a cuore aperto su Instagram: “Io non ce la faccio” 

Per la cronaca, Andrea Di Carlo ha alle spalle anche un’ex moglie e tre figli. Ma neppure questo ha spaventato Arisa, che con lui è stata protagonista di un vero e proprio colpo di fulmine. Quanto al matrimonio, resta confermato ma l’artista ha chiarito che vuole andarci coi piedi di piombo e organizzare tutto alla perfezione.

Leggi anche –> Claudia Ruggeri, rivelazione su Paolo Bonolis: “Quando sta con me…”  

Nel dettaglio, Arisa sogna una cerimonia nella sua terra, a Pantano di Pignola, in provincia di Potenza, con la sola presenza dei familiari. Massima discrezione e intimità, dunque… ma a seguire festeggiamenti più vivaci e con più persone (emergenza sanitaria permettendo).