Pensa di aver visto dei cinghiali in giardino e spara, avviene il dramma

0
44

Un uomo ha aperto il fuoco perché attirato da cinghiali, o così credeva. Invece non erano degli animali quelli che stavano nel suo orto.

Cinghiali
Pensa di avere visto dei cinghiali e spara ma era la moglie Foto dal web

Cinghiali, animali capaci di creare non pochi problemi nei centri abitati. In diverse regioni d’Italia si registrano svariati casi nei quali la presenza di questi artiodattilo può arrivare anche a provocare degli incidenti gravi.

Leggi anche –> Inter, follia dei tifosi: assembramenti senza mascherine, sono in 30mila

E proprio questo è quanto capitato in una piccola località della Campania. Si tratta di Giungatelle di Montecorice, in provincia di Salerno. Un uomo non ha esitato ad imbracciare il proprio fucile e ad aprire il fuoco. Peccato che, al posto dei cinghiali che pensava di avere visto, ci fosse sua moglie.

Il fatto è avvenuto quando era già calata l’oscurità, nella serata di domenica 2 maggio 2021. Questa è la versione che lui stesso ha dato alle forze dell’ordine, dopo averne sollecitato l’intervento. Per fortuna la donna, pur ricevendo una fucilata da distanza non eccessiva, è riuscita a salvarsi.

Leggi anche –> Dj ucciso, italiano accoltellato a morte in Francia: fermata la compagna

Cinghiali, diversi gli incidenti che avvengono ogni anno a causa loro

Attualmente versa in stato di ricovero in ospedale all’interno della struttura sanitaria di Valle della Lucania, sempre in provincia di Salerno. Ad intervenire sono stati i carabinieri di stanza nella caserma di Agropoli. I militari hanno ascoltato la versione dell’uomo, che sembra risulti essere credibile.

Leggi anche –> Bologna, uccide la fidanzata e la getta nella spazzatura: poi si uccide

Inoltre hanno compiuto delle verifiche sull’arma, appurando come il fucile risulti detenuto in casa con i necessari permessi. Nel corso degli ultimi anni abbiamo potuto constatare come la presenza di cinghiali nei centri abitati possa comportare delle problematiche importanti.

Si va dai semplici cassonetti dell’immondizia divelti agli incidenti stradali causati da questi mammiferi, che sono soliti muoversi in gruppo. Non mancano anche situazioni con delle vittime in seguito a degli schianti tra veicoli ed animali.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

In tal senso occorrerebbe fare maggiore prevenzione nelle aree a rischio, dove maggiore è la presenza di questi ungulati. Ma al tempo stesso si riscontra anche la necessità di doverli proteggere.

Foto dal web