Vaccini, da Nord a Sud otto regioni senza scorte: cosa succede

0
124

Vaccini, dall’Emilia-Romagna alla Puglia: ben otto le regioni senza più scorte che attendono nuovi rifornimenti

Pfizer

Da Nord a Sud, si corre a somministrare vaccini, più forte degli stessi rifornimenti. Sono ben otto le regioni che attendono altre dosi di vaccini, da Pfizer ad AstraZeneca, somministrato l’89% delle dosi consegnate. La Provincia autonoma di Trento ha esaurito le riserve di Pfizer, in Puglia scarseggiano quelle di AstraZeneca. Tuttavia, il commissario straordinario all’emergenza Covid Francesco Figliuolo ha assicurato che la campagna vaccinale non si fermerà per mancanza di dosi: “A maggio sono previste forniture tra 15 17 milioni di vaccini, in gran parte Pfizer”. Tuttavia, delle 20 milioni di dosi consegnate alle regioni, sono state somministrate l’89%. C’è chi ha fatto ancora meglio come Emilia Romagna, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Puglia e Veneto che sono oltre quota 90%. In totale, restano appena 590mila dosi di Pfizer che esaurite nella Provincia autonoma di Trento, e 724mila di AstraZeneca che stanno per terminare in Puglia. Qui, infatti, ne sono rimaste circa 7mila.

Vaccini, otto regioni senza dosi

Sulle dosi poi il commissario, in visita in Friuli Venezia Giulia, ha poi ricordato tranquillizzando le regioni: “Il giorno 29 aprile arrivano 2 milioni di dosi che saranno fruibili fra il 30 aprile e il 1° maggio. Per l’inizio di maggio, ha proseguito, arriverà da un minimo di 2,5 milioni a un massimo di 2,7 milioni. Ho appena sentito il presidente di AstraZeneca che mi ha confermato questi numeri, ma non mi ha dato le date di arrivo, dall’8 maggio in avanti”. Poi il commissario Figliuolo ha scongiurato l’arrivo di altri tipi di vaccini oltre quelli già somministrati in Italia: “Tipologie di vaccino diverse da quelle in approvvigionamento forse servivano qualche mese fa, poiché oggi i vaccini arrivano in quota sufficiente».

Leggi anche > Pandemia, lo studio segreto del governo

Intanto il presidente della Regione Puglia Emiliano si è lamentato delle dosi: “Abbiamo pochissime dosi, se avessimo le dosi avremmo già finito di vaccinare tutti i pugliesi”. 

(Joe Raedle/Getty Images)