domenica, Gennaio 29, 2023

Naike Cefarelli, la giovane istruttrice di nuoto morta a 38 anni

Il dramma di Naike Cefarelli, la giovane istruttrice di nuovo morta a 38 anni: la malattia che ha sconfitto la donna.

(Facebook)

Una giovane vita stroncata da un brutto male che non le ha lasciato scampo quella di Naike Cefarelli, deceduta a 38 anni. La giovane donna era una grandissima amante dello sport ed era conosciuta da tutti sia a San Potito Sannitico, comune in provincia di Caserta dove viveva, che nella vicina Piedimonte Matese, in questo caso per la sua attività da istruttrice di nuoto.

Leggi anche –> Vaccino, c’è chi lo rifiuta e chi lo ruba: denunciata badante

Tanti in queste ore piangono la scomparsa della donna, che era nel fiore dei suoi anni, ma si è dovuta confrontare appunto con una brutta malattia che non le ha lasciato scampo. La giovane sportiva lascia i genitori Antonio e Brigitta, il fratello Manuel ma soprattutto tanti amici e parenti, oltre che i ragazzi a cui aveva tanto insegnato negli anni in cui è stata istruttrice di nuoto.

Leggi anche –> Vaccino, da Nord a Sud otto regioni senza scorte: cosa succede

Il ricordo e il cordoglio per la morte di Naike Cefarelli

Il bambino morto di cancro era figlio della giornalista Rene Marsh

In particolare, Pasqualina – l’amica di infanzia – ricorda con queste parole su Facebook la giovane Naike Cefarelli: “Non ci sono parole per descrivere in questo momento il vuoto che hai lasciato…. Eri la mia amica d’infanzia, i ricordi di scuola, le chiacchierate davanti a un diario… Eri tu così dolce, buona, gentile, manchi tanto ma proprio tanto”. La donna dunque si è spenta nelle scorse ore e nella giornata di oggi in tanti hanno voluto salutarla per l’ultima volta.

Tra i ricordi più commossi, quello della Biblioteca Genius Loci, del comune di residenza della giovane donna, che ha dedicato alla sportiva il brano “L’ombra della luce” di Franco Battiato, scrivendo: “Ci uniamo con una preghiera al commiato con la giovane Naike Cefarelli che ha mostrato la sua grazia tra noi. Arrivederci Naike”. Un commosso addio che ha coinvolto tutta la comunità locale.

ambulanza padova

Può interessarti anche