giovedì, Febbraio 2, 2023

Marcell Jacobs: chi è il nuovo primatista italiano dei 100 metri

Clamoroso record di Marcell Jacobs: chi è il nuovo primatista italiano dei 100 metri, primati personali, origini e carriera.

(Adam Nurkiewicz/Getty Images)

Uno sprint fulminante quello di Marcell Jacobs, figlio di madre italiana e padre texano, nato a El Paso, ma sin da bambino residente sulle rive del Garda con la mamma. L’atleta, che gareggia con le Fiamme Oro, ha infatti piazzato uno splendido tempo nelle batterie del Memorial Ottolia 2021, in corso di svolgimento a Savona, nella giornata di oggi, 13 maggio 2021.

Leggi anche –> Inter, la lite tra Conte e Lautaro risolta con la boxe – VIDEO

Ha corso in nove secondi e 95 centesimi i 100 metri piani, stabilendo il nuovo record italiano: circa un metro e mezzo di vento a favore ha sicuramente pesato, ma l’azzurro ha liquidato il record di Filippo Tortu e non solo. Sembra anche in grado di migliorarsi ulteriormente e non lo aveva nascosto alla vigilia di questa manifestazione.

Leggi anche –> Lautaro Martinez, la lite con Conte: cos’è successo durante Inter-Roma?

Cosa sapere su Marcell Jacobs, l’uomo più veloce d’Italia

L’italo-texano infatti, che ha vinto a Torun, in Polonia, qualche settimana fa l’oro nei 60 metri piani agli europei indoor, migliorando il primato italiano, ha altri obiettivi in mente. Pensa alle Olimpiadi di Tokyo e al quotidiano Il Secolo XIX sottolinea: “L’obiettivo minimo è la finale olimpica e penso possa essere conquistata con un tempo intorno ai 10″ netti”. Non solo: non nasconde di sentire alla sua portata il primato stagionale dei 100 metri piani, che appartiene a Trayvon Bromell, il quale ha corso in 9″88.

Per spiegare quello che è il suo obiettivo, Marcell Jacobs si è basato su dei rapporti numerici: “Mi sono detto: ma allora, posso fare 9″87 e a questo pensiero non ho posto un punto interrogativo. E’ un gioco, certo: quest’inverno Bromell ha corso i 60 metri in 6″48 e io ho vinto gli Europei indoor in 6″47”. Insomma, idee chiare per il giovane sprinter italiano e magari, se venissero migliorati i tempi della staffetta 4X100 sarebbe anche lecito sognare una medaglia olimpica di squadra.

Può interessarti anche